/ CRONACA

CRONACA | 11 ottobre 2019, 12:38

Scandalo tempio crematorio, encomio per due carabinieri

Il generale Iacobelli consegna il riconoscimento a Tindaro Gullo e Piercarlo Pavesi.

Scandalo tempio crematorio, encomio per due carabinieri

L'attività svolta sullo scandalo del tempio crematorio di Biella è valsa il riconoscimento al luogotenente Tindaro Gullo e al maresciallo maggiore Piercarlo Pavesi. Durante la visita al comando provinciale di Biella, avvenuta ieri nel primo pomeriggio, il nuovo comandante della legione Piemonte e Valle D'Aosta, generale Aldo Iacobelli, ha consegnato l'encomio a due carabinieri in forza alla polizia giudiziaria della procura di Biella. Un lavoro scrupoloso e un'attività investigativa di alto profilo che ha portato all'arresto di due persone e alla denuncia di una decina. 

L'encomio. "Responsabile di aliquota carabinieri di sezione di polizia giudiziaria presso la procura della repubblica, dando prova di elevate capacità professionali, non comune intuito investigativo ed alto senso del dovere, dirigeva partecipandovi personalmente, delicata attività d'indagine che consentiva di disarticolare un sodalizio criminoso, responsabile di delitti contro la pietà dei defunti, falsità ideologica, truffa ed appropriazione indebita. L'operazione, che si concludeva con l'arresto di due persone e la denuncia in stato di libertà di altre 10, rinviate a giudizio con gravissime accuse, nonché con il sequestro di infrastruttura dedicata alla cremazione dei defunti, riscuoteva il plauso della popolazione e delle autorità locali ed esaltava ulteriormente il prestigio dell'istituzione".

Fulvio Feraboli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore