/ ECONOMIA

ECONOMIA | 07 ottobre 2019, 07:00

Arriva nel Biellese Too Good To Go, l'app contro lo spreco alimentare

Too Good To Go

Sbarca anche nel Biellese “Too Good To Go”, l'app che aiuta a contrastare lo spreco alimentare. Nata in Danimarca e diffusasi a macchia d'olio in molti paesi europei, specialmente in quelli scandinavi, Too Good To Go è un applicazione dello smartphone che consente ad ogni persona (o attività) di ridurre sprechi e rifiuti favorendo così l'ambiente. Oltre dieci milioni di utenti utilizzano questa nuova app, tra cui Federico Rebuffa, titolare del Caffè Bistrot e primo in città ad aver aderito ad un'idea tanto semplice quanto geniale.

“Il concetto è facile da spiegare – ci spiega Rebuffa – Con questa applicazione i vari ristoranti, bar, supermercati possono rivendere a prezzi diminuiti gli alimenti invenduti nel corso della giornata. Il cibo viene quindi riposto in una speciale Magic Box con tre diverse tipologie di prezzo davvero vantaggiose. Chi possiede questa app viene avvisato che nelle vicinanze si può ritirare una di queste Magic Box”. In quasi tre settimane di sperimentazione sul campo, 19 sono le Magic Box consegnate a utenti evitando che troppi prodotti freschi potessero esser gettati nella spazzatura alla fine della giornata. Ma chi è l'utente medio? “In realtà Too Good To Go è nata guardando alla generazione dei millennials (i nati tra il 1981 e il 1996 ndr) – sottolinea Rebuffa - ma ad oggi diverse fasce d'età sono venute nel mio bar per ritirare le Magic Box”.

E i vantaggi? “Oltre a disincentivare lo spreco del cibo non ne vedo altri. Non ho deciso di impegnarmi in questa iniziativa per guadagnare sui prodotti invenduti. Anzi, il mio desiderio è che questa applicazione si diffonda il più possibile e coinvolga più attività possibili nel Biellese”. Entusiasta di questo sistema virtuoso l'assessore all'Ambiente Davide Zappalà: “Si tratta di una nuova concezione di cittadinanza sempre più consapevole che punta a non sprecare ed a aiutare l'ambiente. L'attenzione ecologica non va sottovalutata. Siamo orgogliosi che una simile iniziativa sia arrivata anche qui a Biella”.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore