/ ECONOMIA

ECONOMIA | 20 settembre 2019, 07:50

Ostacoli negli scambi transfrontalieri sul Mercato Unico dell’UE

Eurochambres rilancia l'indagine già realizzata nel 2014: fino al 25 settembre le imprese possono rispondere on line sul sito della Camera di Commecio di Biella e Vercelli

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Eurochambres, organismo con sede a Bruxelles, istituito nel 1958 e che rappresenta oggi oltre 20 milioni di imprese in Europa attraverso 46 membri e una rete europea di 1.700 camere regionali e locali, ha rilanciato l’indagine sul Mercato Unico dell’UE “Ostacoli negli scambi transfrontalieri”.

Nell’edizione del Parlamento europeo delle imprese tenutasi ad ottobre 2018 a Bruxelles, quasi il 70% degli imprenditori ha risposto negativamente alla domanda "Il mercato unico è sufficientemente integrato da consentire alla vostra impresa di operare e competere liberamente?". Nel 2014 l'84% degli imprenditori partecipanti alla precedente indagine aveva votato “no” alla stessa domanda. I risultati mostrano un leggero miglioramento, ma una larga maggioranza di imprenditori ritiene che ci sia ancora molta strada da fare.

La prossima legislatura della Commissione europea inizierà a novembre di quest'anno sotto la guida del nuovo Presidente Ursula Von der Leyen e l’indagine rilanciata da Eurochambres mira a valutare le carenze del mercato unico e a fornire contributi al nuovo esecutivo europeo per garantire che siano fissati i giusti obiettivi politici.

L’indagine, che potrà essere compilata online dalle imprese fino al 25 settembre 2019, è disponibile nella home page del sito camerale www.bv.camcom.gov.it.

Comuniocato Stampa Camera Commecio Biella Vercelli - a.b.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore