/ CRONACA

CRONACA | 17 settembre 2019, 11:11

Biella: caccia all'uomo, usa lo spray al peperoncino e porta via oltre 5 mila euro ad un anziano

Il malvivente ha agito almeno con un complice. Anche a Candelo, un'ora più tardi,è stato piazzato un secondo colpo molto simile a quello di Chiavazza.

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Giornata nera ieri 16 settembre per due anziani biellesi entrambi vittime della truffa. Intorno alle 15 un 76enne abitante a Biella Chiavazza stava pulendo davanti a casa quando è stato avvicinato da due uomini, una indossava una pettorina con la scritta Polizia Locale l'altro si è qualificato come operatore del Cordar acquedotto. Con la scusa di cercare il guasto di una tubatura, si sono fatti accompagnare nell'alloggio dell'anziano e lo hanno convinto a depositare in una busta, depositata poi dentro al frigorifero, denaro e oro. A quel punto uno dei due avrebbe spruzzato lo spray urticante al peperoncino provocando, per diversi minuti, alcuni problemi di respirazione e tosse al 76enne. Una volta ripresosi, il pensionato si è accorto che la coppia gli aveva portato via 3 mila euro in contante e un orologio d'oro. Agli agenti della volante ha anche descritto sommariamente uno dei due truffatori. Si tratterebbe di un uomo di circa 1,70 di altezza con capelli lunghi neri, occhiali da sole con un berretto da pescatore in testa e un gilet colo beige con le finiture rosse. 

Un'ora dopo, alle 16 in via Aldo Brina a Candelo, due uomini si sono presentati a casa di una 79enne facendole credere di essere un impiegato ocn una pettorina fosforescente e un addetto dell'acquedotto che indossava una tuta da meccanico. Stessa tecnica, medesimo risultato. All'anziana hanno portato via denaro e oro non ancora quantificati esattamente. Dalla testimonianza della donna potrebbero essere scappati a bordo di un'auto colore bianco. 

Fulvio Feraboli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore