/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 15 settembre 2019, 16:32

Open day ITS del Piemonte. Iscrizioni aperte per 25 nuovi corsi formativi post diploma

Il Presidente della Regione, Alberto Cirio e l’assessore alla Formazione professio-nale, Elena Chiorino: «Il Piemonte punta sulla formazione ampliando l’offerta su tutto il territorio, con l’obiettivo di renderla sempre più efficace e favorire l’incontro fra le esigenze del mondo produttivo e le competenze dei ragazzi, con l'obiettivo di consentire ai nostri giovani di trovare lavoro, vivere e realizzarsi in Piemonte».

regione

Cresce l’offerta formativa dei corsi ITS della Regione Piemonte: salgono da 19 a 25 i nuovi corsi gratuiti post diploma, nati per rispondere alle esigenze del mercato del lavoro e per qualificare i giovani con una formazione specifica, proiettata verso i mestieri del futuro.

La Regione ha infatti approvato la graduatoria dei corsi finanziati dal Fondo Sociale Europeo per il biennio 2019-2021: un investimento che consente ai nei diplomati di seguire un percorso formativo di eccellenza realizzato a stretto contatto con le aziende, pronte - nell’80 per cento dei casi - ad assumerli non appena hanno acquisito il diploma biennale. Finanziati dalla Regione grazie a una direttiva pluriennale che ha stanziato, fino al 2019, 15 milioni di euro provenienti dal Fondo sociale europeo, a cui si aggiunge uno stanziamento annuale da parte del ministero dell’Istruzione, gli Istituti tecnici superiori sono corsi biennali post diploma gratuiti, con obbligo di frequenza, alternativi o complementari ai percorsi universitari, che rilasciano il Diploma di Tecnico Superiore, riconosciuto sia a livello nazionale che internazionale. Gestiti da Fondazioni che mettono insieme enti, università, centri di formazione e imprese, i percorsi formativi prevedono uno stage in azienda di almeno 540 ore, che in alcuni casi può essere svolto all’estero, con il sostegno delle borse di studio Erasmus. L’obiettivo è formare tecnici altamente specializzati in settori strategici per lo sviluppo economico del territorio, dall’agroalimentare all’ICT, alla mobilità sostenibile, dal turismo e cultura alla moda, senza tralasciare l’efficienza energetica e le biotecnologie.

«Il Piemonte - spiegano il Presidente della Regione, Alberto Cirio e l’assessore regionale alla Formazione professionale, Elena Chiorino - ha deciso di scommettere sulla formazione terziaria come strumento per contrastare la disoccupazione giovanile e ridurre la dispersione scolastica, integrando politiche formative e occupazionali. Uno dei valori aggiunti degli ITS risiede infatti nella stretta collaborazione tra mondo della formazione, dell’università e delle imprese, con un forte orientamento verso l’Impresa 4.0».

«In un contesto in cui le imprese faticano a trovare le figure professionali di cui hanno bisogno e i giovani a inserirsi nel mondo del lavoro - proseguono Cirio e Chiorino - gli ITS rappresentano un’opportunità importante, come testimoniano le percentuali occupazionali a un anno dalla conclusione della formazione e la forte richiesta di tecnici da parte delle aziende lascia prevedere che tali statistiche siano destinate a migliorare ulteriormente. La nostra volontà è quella di rendere la formazione e l'orientamento, ad ogni livello, sempre più mirate ed efficaci, per consentire ai nostri giovani di trovare lavoro, vivere e realizzare i propri sogni in Piemonte». A Biella l'open day sarà mercoledì 18 settembre, alle 10, nella sede di Corso Pella 10.

Comunicato stampa Regione Piemonte g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore