/ SPORT

SPORT | 14 settembre 2019, 12:59

Enzo Mersi presenta l'Ivrea Mombarone: gara di corsa in montagna dei canavesani tanto cara ai biellesi

Domani si corre l'edizione 2019. Cresce l'attesa. Brunod e Farco i favoriti. Lara Giardino (Biella Running) possibile protagonista in campo femminile.

Enzo Mersi presenta l'Ivrea Mombarone: gara di corsa in montagna dei canavesani tanto cara ai biellesi

É la gara più sentita dai canavesani da 43 anni a questa parte ma è stata conquistata dai biellesi varie volte. È l'Ivrea Mombarone, gara di corsa in montagna di 20 km con 2000 metri di dislivello positivo da Piazza Ottinetti ad Ivrea fino al Redentore del Mombarone, montagna spartiacque tra Biellese, Canavese e Valle d'Aosta. Percorso che si snoda su asfalto e sterrato uscendo velocemente da Ivrea verso il lago Sirio da cui si imbocca un sentiero saliscendi nel bosco che conduce a Bienca; da qui si inizia a salire verso Andrate prima su sentiero e mulattiera, poi su asfalto a tratti filante a tratti in salita. 

Arrivati ad Andrate, punto in cui termina la non competitiva, si continua a salire intervallando sentiero a brevi tratti su strada fino a raggiungere località San Giacomo dopo 13 km, punto di inizio degli ultimi km su sentiero e sterrata toccando gli alpeggi Pinalba, Meja Giassit, poi una dura pietraia, lago Pasci, colletto, traversone e salita al Rifugio del Mombarone a l'agognato arrivo in vetta. 

Gara da specialisti, da gestire bene la prima parte per non rimanere senza benzina nel tratto decisivo. In campo maschile i favoriti sono i valdostani Dennis Brunod più esperto e il giovane Massimo Farcoz, già vincitore lo scorso anno. A livello femminile lotta tra le canavesane Katarina Kuzminska e Chiara Giovanni con Lara Giardino come terzo incomodo. Buona gara a tutti, dosate bene le forze e i cambi di pendenza e assaporate una bella giornata di sport e i colori e le sensazioni uniche della montagna! 

Enzo Mersi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore