/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 12 settembre 2019, 07:30

La provincia di Biella vende il parco auto e motocarri. Due Fiat Panda 4x4 e un Kangoo a zero euro

La procedura di vendita non presenta una base d’asta ed è quindi ad offerta libera ma l’Ente si riserva di non aggiudicare in caso di offerte economiche non congrue. Offerte entro il 30 settembre.

La provincia di Biella vende il parco auto e motocarri. Due Fiat Panda 4x4 e un Kangoo a zero euro

Sono stati messi in vendita 11 mezzi di proprietà della provincia di Biella. La presente procedura di vendita non presenta una base d’asta ed è quindi ad offerta libera, ma l’Ente si riserva di non aggiudicare in caso di offerte economiche non congrue.Gli interventi di cui i mezzi eventualmente necessitano e le spese del passaggio di proprietà sono a totale carico dell’acquirente. Vista la necessità di alcuni specifici interventi di ripristino sui mezzi di cui ai numeri 1, 2 e 3, in caso di mancanza di offerte economiche, la loro cessione potrà tuttavia avvenire anche senza contropartita economica, fermo restando che ogni onere correlato al passaggio di proprietà e varie sarà sempre a totale carico dell’acquirente (condizione minima).

 

Si tratta di 5 Fiat Panda 4x4, 1 Renault Kangoo, 2 Fiat Punto e 3 Piaggio Porter. I mezzi posteggiati presso il Centro manutentivo di Cossato potranno essere visionati i giorni giovedì 19 settembre 2019 e martedì 24 settembre 2019 dalle 8,30 alle 11,30 e dalle 14 alle 16,30 mentre per i mezzi che si trovano  presso la sede provinciale, sempre  i giorni 19 e 24 settembre 2019, ma con orario dalle 10 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 16,30.  Per ulteriori specifiche è a disposizione il Servizio di Economato, referente Sig.ra Elisabetta Bonola (015-8480867/611). Ogni ditta interessata potrà far pervenire la propria offerta all’Ufficio Protocollo della Provincia di Biella, Via Q. Sella, 12 – 13900 Biella, entro e non oltre le 12 del 30 settembre 2019.

 

 

f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore