/ SPORT

SPORT | 10 settembre 2019, 19:18

Tor Des Geants: il "gigante biellese" Paolo Pignacchino è 17esimo. Comanda sempre il "Bosa"

Parte il Tot Dret alle 21 di questa sera martedì 10 settembre. Nel Tor bene gli altri atleti di casa nostra. Luca Papi domina il "Glaciers". Domani attesi i primi arrivi. Quasi 200 i ritirati.

Paolo Pignacchino al Tor Des Geants 2019

Paolo Pignacchino al Tor Des Geants 2019

E se lo spettacolo è il "Bosa" Oliviero Bosatelli, che continua a macinare chilometri in solitaria davanti a tutti (viaggia a tempi di record), per noi biellesi per ora il "gigante" resta Paolo Pignacchino con la sua 17esima posizione assoluta alle 19,32 a Champoluc. Un Tor veramente incredibile quello affrontato da pollonese. Diciamo subito una cosa: chi è finisher è un "gigante" ma chi arriva nelle posizioni di alta classifica, vuol dire che ha superato se stesso. Intanto salgono a 4 i biellesi nei primi 100: oltre al 20esimo posto di Pignacchino, Alessandro Scaglia 69esimo, Nicola Rocchi 89esimo e Nicola Macchetto 98esimo.  

La seconda notte del Tor des Géants® non ha portato grandi stravolgimenti in testa alla classifica. A guidare c’è sempre Oliviero Bosatelli, che sta viaggiando sui tempi da record di Javi Dominguez Ledo, vincitore nel 2017 in meno di 68 ore. Di questo passo, l’arrivo del “Bosa” dovrebbe essere previsto per le 9 di mattina circa di domani, mercoledì 11 settembre. Bosatelli è entrato nella base vita di Valtournenche alle 10.01 di questa mattina. Galen Reynolds, che a Champoluc aveva più di un’ora di ritardo dal primo e Romain Olivier, attardato di 45 minuti rispetto al canadese, si sono invertiti le posizioni tra Niel e Gressoney. Sono racchiusi in venti minuti, ma lontani due ore dal podio, gli altri inseguitori, Gianluca Galeati, Sebastien Raichon e Danilo Lantermino. Continua la marcia solitaria di Silvia Trigueros Garrote, che a Niel ha 2h20 di vantaggio su Jocelyne Pauly (che oggi festeggia 46 anni) la quale, a sua volta aveva 2h20 su Sonia Furtado a Balma. Quasi 200 i ritirati: tra quelli di ieri anche i nomi delle top runners Giuditta Turini e Scilla Tonetti.

Luca Papi sempre più dominatore. Nel Tor des Glaciers Luca Papi ha ormai fatto il vuoto dietro di sé: l’italiano residente in Francia si trova in questo momento all’Albergo Ristoro Sitten, mentre il gruppo di inseguitori, guidato da Masahiro Ono, seguito da Richard Victor e Javier Puit, si trova nei pressi di Niel, circa 30 km più indietro. A guidare la classifica femminile è sempre Marina Plavan, passata a Sassa attorno alle 10. Intanto è salito a 20 il numero di ritirati. Per questa gara è ancora più difficile prevedere un orario di arrivo ma le tabelle orarie indicano chiaramente che gli Argonauti non saranno comunque a Courmayeur prima di mercoledì.

TOR130 – Tot Dret. Parte infatti alle 21 di martedì 10 settembre, da Gressoney-Saint-Jean, il TOR130 – Tot Dret, gara di 130 km e 12.000 metri di dislivello positivo che incoronerà il vincitore nella serata di domani, mercoledì 11 settembre, tra le 20 e le 21. Sono in 500 al via, e dovranno portare a termine la gara entro le 44 ore.

Ecco la classifica dei biellesi al  Tor Des Geants alle 19,30 di martedì 10 settembre. 

Paolo Pignacchino 17esimo, Alessandro Scaglia 69esimo, Nicola Rocchi 89esimo, Nicola Macchetto 98esimo, Andrea Busca 112esimo, Roberto Torelli 157esimo, Rodolfo (Gianni) De Colle 159esimo, Chiara Biondi 175esima, Alberto Ferrero 277esimo, Silvio Ogliaro 280esimo, Maurizio Ferraris 294esimo, Corrado Mercandino 296esimo, Enrico Correale 492esimo, Luca Nicolina 496esimo, Giovanni Mozzone 519esimo, Samuel Faella 529esimo, Luca Pizzamiglio 530esimo, Alberto Busca 611esimo, Rosalba Brera Molinaro 609esima, Mauro Cagliano 726esimo, Paolo Perona 736esimo. 

Fulvio Feraboli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore