/ EVENTI

EVENTI | 08 settembre 2019, 17:25

Suoni in movimento conclude il Percorso dei metalli

Capolinea il Museo dell’Oro e della Bessa di Zubiena dove domenica 15 settembre si esibirà la giovane violinista e compositrice biellese Anais Drago

Anais Drago - Foto N.I.S.I.ArteMusica

Anais Drago - Foto N.I.S.I.ArteMusica

SUONI IN MOVIMENTO – Percorsi sonori nella rete museale biellese 2019

Altra New entry della rassegna Suoni in movimento 2019 è il Museo dell’Oro e della Bessa di Zubiena frazione Vermogno dove il Percorso dei metalli svolto come viaggio nel tempo, e il Percorso giovani si concluderanno domenica 15 settembre con la giovane violinista e compositrice biellese Anais Drago, vincitrice della sezione jazz di Amadeus Factory 2018 che con Solo Project e altri progetti compie tour in tutta Europa.

Percorso dei metalli: il Ferro e l'Oro

Domenica 15 settembre VERMOGNO – MUSEO DELL’ORO E DELLA BESSA

Ore 16.00 Visita guidata Progetto giovani

Ore 17.00 “Solo Project” Anais Drago violino – Vincitrice sezione Jazz Amadeus Factory

Ore 18.00 Incontro con l’Artista

Steve Swallow (1940) – Eiderdown

Richie Beirach (1947)- Elm

Bronislau Kaper (1902-1983) - On Green Dolphin Street

Anais Drago - Calma e Leggerezza - Nazca Lines - Un Segno

Frank Zappa (1940-1993)- The Dangerous Kitchen

Anais Drago - Train to Orange County

C. Mingus (1922-1979) - Duke Ellington's Sound of Love

Thelonious Monk (1917-1982) - Well you needn't

Anais Drago-solo project nasce in occasione del contest Amadeus Factory, concorso ideato dalla testata giornalistica Amadeus. Anais Drago si presenta come solista e si laurea vincitrice della categoria jazz, creando un repertorio basato su violino, effetti e loop station. Le musiche riproposte spaziano dagli standard jazz della tradizione, a brani di estrazione popolare fino a composizioni originali della stessa, il tutto riadattato e scomposto in una forma minimale dove si alternano momenti di orchestrazione istantanea ed estemporanea a improvvisazioni in diversi stili musicali.

Anais Drago, classe 1993, è una violinista e compositrice italiana. Lo studio dello strumento già dalla tenera età e la formazione classica, uniti ad un fortissimo senso del rispetto nei confronti della Musica come forma d'arte e di espressione l'hanno portata ad abbracciare i più svariati generi musicali, nei quali ha inserito il proprio strumento contestualizzandolo in maniera sempre nuova, senza sottostare ai cliché della tradizione. Laureata in composizione jazz, sperimenta un genere di scrittura in cui convergono jazz, rock e musica d'avanguardia. Nell'ottobre 2018 ha pubblicato il suo disco d'esordio con la band Anais Drago&The Jellyfish, di cui è leader. Detiene i seguenti titoli: Diploma di violino, Conservatorio ''A. Steffani'' di Castelfranco Veneto, 2013. Votazione 10/10. Laurea di biennio in composizione jazz, Conservatorio ''A. Vivaldi'' di Alessandria, 2017. Votazione 110/110, lode e menzione di merito.  Attestati, premi e riconoscimenti: Borsa di studio per la Berklee di Boston, 2014. Primo premio al concorso Anna Lokas, 2017. Assegnataria premio Ghislieri,2017. Vincitrice del bando AIR dell'associazione Musicisti Italiani di Jazz, 2018. Vincitrice di Amadeus Factory ed. 2018 per la categoria ''Jazz'. Concerti per Festival, rassegne quali: Lucca jazz Donna, Umbria Jazz Winter Orvieto, Novara StreetJazz, Istituto Italiano di Cultura di Bucarest, Istituto Italiano di Cultura di Bratislav , Moncalieri Jazz Festival, Centro Congressi di Lugano, 2017, Mediolanum Forum, teatro di Sondrio, Alpàa di Varallo, Jazz club di Torino, Le Quecumbar jazz club di Londra, InCanto Summer Festival, jazz Around the clock , EuroJazz Festival, EverGreen fest di Torino, Saxophone Pub di Bangkok, Jazz Club Torino, Teatro dal Verme di Milano, Opificio di Novara, Mare culturale urbano di Milano, Flashback Torino, Bollate Jazz Meeting, Parco della Musica di Roma, Che Tempo che fa - Studio RAI Milano, Tour ''Colpa delle favole'' di Ultimo nei Palazzetti Italiani (2019). Discografia: Anais Drago & The Jellyfish - Anais Drago & The Jellyfish; AnotherMusicRecords, 2018. Wabi Sabi - Enrico Fazio Critical Mass; LeoRec, 2018. Luna Nuova - Fabrizio Zanotti; Fabrika Musika, 2018. Sonore Colonne - ObaMundo; autoproduzione Loris Deval, 2018. Caravan - Caravan Trio; JCT Records, 2017.

La sede. A Vermogno, sulla grande morena glaciale della Serra, parte dell'Anfiteatro Morenico di Ivrea, la Riserva Naturale Speciale della Bessa valorizza le grandi aurifodine di epoca romana attive tra il II e il I secolo a.C. In un paesaggio artificiale dominato da enormi cumuli di ciottoli accatastati per selezionare il materiale ricco di oro alluvionale, il museo raccoglie e documenta le tecniche manuali impiegate nei secoli per la ricerca aurifera, accompagnando i visitatori nelle escursioni archeologiche e alla ricerca del prezioso metallo lungo il torrente Elvo. Il museo si trova in frazione Vermogno sulla morena della Serra al centro della grande aurifodina di età romana, tutelata dalla Riserva Naturale della Bessa. In un paesaggio artifciale, dominato da enormi cumuli di ciottoli accatastati per selezionare il materiale ricco di oro alluvionale, il museo raccoglie e documenta le tecniche manuali impiegate nei secoli per la ricerca aurifera, accompagnando i visitatori nelle escursioni e nelle prove pratiche.

 

L’iniziativa è realizzata con il sostegno, il contributo e in collaborazione di: Rete Museale Biellese – Regione Piemonte – Fondazione CRT – Fondazione CRB – Comune di Viverone, Candelo, Muzzano – Studio Bertolo - Agorà Palace – ATL di Biella – SmcRecords – Serazio&Negro pianoforti – Grafica Santhiatese.

Info presso:

N.I.S.I.ArteMusica cell. 338/7294638 tel.0161/998105 www.suoniinmovimento.it

www.atl.biella.it

Facebook.com/suoniinmovimento

Facebook.com/retemusealebiellese

Facebook.com/biellaturismo

I concerti saranno ad ingresso gratuito e preceduti da una visita guidata a cura degli operatori delle sedi museali.

Comunicato Stampa N.I.S.I.ArteMusica - a.b.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore