/ Biella motori

Biella motori | 31 agosto 2019, 18:13

Viaggia sicuro: Checkup d’auto gratuito per i pendolari che si affidano a Mio Carrozziere

Riprende la scuola, finiscono le ferie ed i pendolari sui mezzi pubblici e propri, riaffollano le strade. I riparatori d’eccellenza di Mio carrozziere aderiscono alla campagna Federcarrozzieri #ViaggioSicuro

Viaggia sicuro: Checkup d’auto gratuito per i pendolari che si affidano a Mio Carrozziere

Riprende la scuola, perfino i mezzi pubblici riattivano le linee “scoperte” ed il mondo rincomincia a viaggiare secondo il ritmo sonnolento e frenetico del pendolarismo.

Quando pensiamo ai pendolari, la prima immagine è sempre quella di lavoratori e di studenti che si muovono sui mezzi pubblici. Su quelli, siamo certi o fiduciosi che le autorità di gestione competenti applichino i medesimi criteri di manutenzione finalizzata alla sicurezza che noi carrozzieri e riparatori suggeriamo a tutti gli automobilisti.

Sono infatti tantissimi i lavoratori che affollano di primo mattino ed in orari precisi i nostri caselli, le nostre circonvallazioni ed autostrade, le nostre strade locali. I controlli non mancano. Ne vorremmo sempre di più ma ciò che spesso manca, più per il tentativo di fare economia che per incuria, è la verifica dei sistemi di sicurezza della nostra autovettura.

Si pone però, il problema della sicurezza. Sicurezza in strada significa adottare comportamenti prudenti: cinture di sicurezza, auricolari o dispositivi per l’uso a distanza del cellulare, significa riposo e lucidità, riflessi pronti ed attenzione.

Le buone pratiche sono sinonimo di sicurezza. Le disattenzioni o le imprudenze di pochi secondi sono la causa principale degli incidenti.

La seconda causa sono invece le incurie. Non abbiamo mai tempo per un checkup della nostra auto. Non abbiamo tempo per far controllare da professionisti specializzati e dotati di attrezzatura elettronica, che ci garantisca “oggettività” e non “sensazioni” ad “occhiometro”, quale sia lo status della nostra auto.

Tutto questo è possibile. Per giunta non costa. La verifica dello status della nostra auto è gratuito nei centri di riparazione d’eccellenza riconosciuti dal circuito nazionale Mio carrozziere. Ci sono anche nella nostra regione ed a Biella. Trovarli e semplice: entra nel sito e scegli quella più vicina a te.

Sarà un modo per scegliere una qualità migliore di servizi garantiti 36 mesi, per concordare lavori più urgenti e quali quelli rimandabili.

Gli aderenti al circuito garantiscono inoltre consulenze e riparazioni indipendenti da convenzioni con qualunque compagnia assicuratrice. Gli ammessi al circuito d’eccellenza Mio Carrozziere infatti, sono carrozzieri indipendenti aderenti a Federcarrozzieri.

In altre parole, il loro referto è slegato, in qualunque circostanza, da condizionamenti diversi dall’interesse dell’automobilista. Sono cioè non riparatori di fiducia delle assicurazioni ma “di fiducia” del cliente.

Per questa ragione il circuito è dotato di un servizio, gratuito per il cliente, che assista il riparatore nella migliore tutela legale degli interessi del proprio cliente che abbia subito un sinistro.

Si lavora con tutte le assicurazioni ma, si svolgono i lavori così come devono essere fatti e non al risparmio, come invece le assicurazioni impongono ai riparatori fiduciari dai quali ci mandano gli agenti assicuratori.

Tutte le officine Mio Carrozziere aderiscono ai protocolli di tutela del consumatore, di rispetto delle norme di lavoro dei loro dipendenti e di salvaguardia dell’ambiente nel quale lavorano e di riciclaggio degli scarti di lavorazione.

Perché un buon lavoro è indispensabile e lo vuole per primo chi sviluppa. Prenota dunque il tuo checkup gratuito dai carrozzieri d’eccellenza Mio Carrozziere.

Per informazioni su "Federcarrozzieri" e "Mio Carrozziere" visitare i siti miocarrozziere.federcarrozzieri.it - www.federcarrozzieri.it o le pagine Facebook Federcarrozzieri o Mio Carrozziere

Informazione Pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore