/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 27 agosto 2019, 08:00

Crevacuore, un futuro per la donazione di Angeline

Lascia al comune due case nel centro del paese. Raffo: “L’intenzione è di cercare di attivare un progetto di co-housing”

Immobile donato al Comune di Crevacuore

Immobile donato al Comune di Crevacuore

Un dono inaspettato quanto gradito per il comune di Crevacuore. La signora Bora Angeline Sersphine, deceduta in Francia nel mese di giugno, ha ricordato il paese dove aveva vissuto l’amato fratello Carlo Bora, anche nel testamento. “La signora ha donato due caseggiati di sua proprietà situati in pieno centro – commenta il sindaco Ermanno Raffo -, il comune non può che ringraziarla e onorare la sua memoria”.

Durante il consiglio comunale del 25 luglio l’amministrazione ha accettato il lascito di Angeline, un primo passo per un progetto più ampio che interesserà i 2 immobili. “L’intenzione è di cercare – spiega il sindaco - , in accordo con Associazioni del settore assistenziale,di attivare un progetto di co-housing in favore dei molti anziani del paese che ne avrebbero bisogno”. Il progetto è agli inizi, a fine settembre ci sarà un incontro per decidere più concretamente le sorti della donazione.

a.z.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore