/ Food e Drink

Food e Drink | 24 agosto 2019, 07:30

Bolle di Malto aspetta il Piccolo Birrificio Clandestino: “Con le nostre birre portiamo un po’ di Livorno a Biella”

Bolle di Malto aspetta il Piccolo Birrificio Clandestino: “Con le nostre birre portiamo un po’ di Livorno a Biella”

Un gruppo che sprizza energia e voglia di mettersi in gioco divertendosi e sperimentando, come fanno da sempre. Queste sono le sensazioni che trasmettono Erica e Pierluigi, del Piccolo Birrificio Clandestino di Livorno e che avvolgono tutto il team Toscano che, dal 29 agosto al 2 settembre si trasferirà per la prima volta in Piazza Martiri a Biella per entrare ufficialmente a far parte della grande famiglia di Bolle di Malto.

“Molti dei Birrifici che arriveranno in Piemonte li conosciamo bene ed è un onore passare questo festival con loro – commentano Erica e Pierluigi -. Porteremo a Biella la nostra ‘livornesità’, che si esprime al meglio con le nostre birre". "Già nel 2018 avevo sentito parlare di Bolle di Malto - commenta il Mastro birraio Pierluigi - , quest’anno è stata una ricerca condivisa tra il Piccolo Birrificio e gli organizzatori dell’evento per avere l’occasione di partecipare”.

Il Piccolo Birrificio Clandestino nasce nel 2010 dalla passione dell’homebrever Pierluigi Chiosi, prima la produzione veniva dedicata interamente al rifornimento del piccolo pub aperto nel centro di Livorno. Pian piano l’attività di supporto al pub è diventata sempre più grande e importante, a oggi il Piccolo Birrificio Clandestino produce 2mila ettolitri di birra all’anno. “Noi facciamo birra soprattutto perché ci piace berla – continua, entusiasta, Erica -. Con Pierluigi la creatività e la sperimentazione è un must”.

Il Piccolo Birrificio nasce con una vena anglosassone, ma abbraccia tutti gli stili. Ci sono 14 birre fisse, quelle frutto di collaborazioni e le one shot, le birre stagionali e una linea di birre maturate in legno. “Siamo degli sperimentatori e ci piace – spiegano i due –, ma vogliamo che le nostre birre streghino i clienti più che metterli alla prova, per questo i nostri prodotti non sono mai estremi”.

A Biella porteranno 5 cavalli di battaglia del Birrificio. “Ci piace conoscere gente e divertirci insieme . Sarà interessante assaggiare e condividere i prodotti artigianali dei tanti birrifici che metteranno i loro stand in piazza”.

La Tap List del Piccolo Birrificio Clandestino

Impeachment, Berliner Weisse alla PESCA BIANCA, 3.35%: birra dai riflessi aranciati, a naso le note di pesca si sposano perfettamente con quelle lattiche, sentori che si ripropongono all'assaggio in un gioco di equilibrio, per una bevuta marcatamente ma piacevolmente acida e dissetante....che dona talmente tanta confidenza al palato che quasi ti vien voglia di eleggerla presidente! Una sour estiva e leggera, i cui soli 3.35 gradi alcolici....ne giustificano l'alto consumo! Stile: Berliner Weisse con pesca bianca Colore: dorato con riflessi aranciati, velata Gradazione alcolica: 3.35%.

Awanagana, Eurotropical Pale Ale, 4.8%: birra chiara, SENZA GLUTINE, con notte fruttate a naso (melone, mandarino, papaya) che ricordano i toni dei luppoli americani, quando invece si tratta sorprendentemente di varietà esclusivamente di origine europea. Al palato, corpo snello e bollicina vivace per una bevuta facile e rinfrescante. Medaglia di bronzo al Barcellona Beer Challenge 2019. Stile: Golden Ale. Colore: paglierino. Gradazione alcolica: 4.8%

Riappala 2.0, American Ipa, 6,5%: birra chiara, dorata, in cui sono i luppoli americani a far da protagonisti. Naso caratterizzato dagli esplosivi profumi agrumati e resinosi, sentori che accompagnano una bevuta lunga, dal corpo leggero ma deciso, e un finale amaro marcato e persistente. Birra pluripremiata in Guida alle Birre d'Italia Slow Food Editore. Stile: American Ipa. Colore: dorata. Gradazione alcolica: 6,5%

Santa Giulia, British Brown Ale, 6%: birra in stile tradizionale inglese, ambrata, dalle note olfattive di biscotto, frutta secca (nocciola) e miele di castagno. La morbidezza preannunciata all'olfatto si ripropone all'assaggio, con una corsa lunga, un corpo medio- strutturato, un profilo morbido senza essere stucchevole. Pluripremiata negli anni, ha raccolto riconoscimenti tra i quali medaglia d’Argento European Beer Stars nel 2015 e la medaglia d'oro al recente Barcellona Beer Challenge 2019. Stile: British Brown Ale. Colore: ambrato scuro, con rflessi rubino. Gradazione alcolica: 6%

Cinque e Cinque, Belgian Golden Strong Ale, 8%: birra dorata, con avvolgenti note aromatiche di miele e frutta a pasta bianca matura (banana, pera). In bocca un corpo pieno e rotondo, in perfetto stile Belgian Ale, dolce in avvio e con una chiusura secca sul finale che non ti aspetti! Medaglia d'argento e bronzo al Barcellona Beer Challenge 2017, 2018, 2019. Stile: Belgian Golden Strong Ale. Colore: dorato. Gradazione alcolica: 8,5%

Montinera, Imperial Russian Stout, 9%: birra dai toni scuri impenetrabili, ebano, con un naso intenso dominato dalle note di caffè e liquirizia, accompagnate da leggeri sentori di vaniglia e zenzero, Al palato le tostature trovano equilibrio in un corpo deciso, pieno e morbido e che, insieme alla balsamicità della speziatura, rende la bevuta mai pesante nonostante la complessità. Birra pluripremiata in Guida alle Birre d'Italia Slow Food Editore. Stile: Imperial Russian Stout. Colore: nero. Gradazione alcolica: 9%

Informazione Pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore