/ EVENTI

EVENTI | 22 agosto 2019, 07:30

La "Flora ad acquerello" al Cantinone della Provincia

A settembre la mostra degli acquerelli botanici di Carla Lissa, Maria Giuseppina Lissa, Angela Petrini, Odette Rösch Ranzini

Foto Provincia di Biella

Foto Provincia di Biella

"Flora ad acquerello", in programma a settembre al Cantinone della Provincia di Biella, è una mostra che propone  circa cinquanta ritratti di piante ad acquerello che ne rappresentano le caratteristiche morfologiche e botaniche attraverso il minuzioso disegno dal vero e l’applicazione molto controllata del colore, così da rendere sulla carta le diverse consistenze e trasparenze dei tessuti vegetali. Non semplicemente ritratti floreali ma ritratti botanici, espressione dell’arte paziente e complessa, di antica tradizione, che in una tendenza molto attuale si afferma come strumento di informazione per una corretta conoscenza naturalistica, oltre che per la freschezza dei dipinti i quali rivelano all’osservatore non superficiale la bellezza e la sapienza delle piante, che spesso i nostri occhi distratti non riescono a cogliere.

In onore alla città di Biella, tra le opere esposte, vi sarà anche il Fiordaliso biellese, Centaurea bugellensis, specie endemica presente in una zona limitata della Val Sessera, scoperta nel 1996 dal botanico vercellese Adriano Soldano.

Gli acquerelli botanici protagonisti della mostra sono opera di Angela Petrini, Carla Lissa, Maria Giuseppina Lissa, Odette Rösch Ranzini. Questi i profili delle pittrici.

Angela Petrini, originaria di San Nazzaro Sesia, ha conseguito la Maturità artistica e la laurea in giurisprudenza. Si dedica all’acquerello botanico dal 2005, è Presidente dell’Associazione Italiana Pittori Botanici FLORAVIVA. Ha avuto l’onore di due importanti riconoscimenti da parte della Royal Horticultural Society, istituzione britannica tra le massime autorità mondiali in ambito botanico: Silver Gilt Medal nel 2014 e Gold Medal nel 2018. Sue opere sono state acquisite dalla prestigiosa collezione di Shirley Sherwood ai Kew Gardens di Londra. Ha recentemente illustrato per il FAI – Fondo Ambiente Italiano ‐ trentasei specie e varietà mediterranee presenti nel giardino della Kolymbethra, nella Valle dei Templi, in Sicilia. Dai suoi corsi sono emerse le individualità artistiche delle coautrici di questa mostra.

Carla Lissa si è diplomata in Pittura all’Accademia di Brera, ha collaborato con la Regione Piemonte per la mostra “ La terra tra i due fiumi” sui tesori della Mesopotamia (1985), poi con la Provincia di Biella nel 2009 e ha illustrato “La nuvola a forma di Castello” fiaba di Aldo Ferraris (premio Arpino 2015). Nel 2009 ha scoperto la passione per la tecnica dell’acquerello, presso l’Università Popolare di Biella, approfondita successivamente nei corsi di acquerello botanico a Novara, con i pittori Natalino De Marchi e Angela Petrini.

Maria Giuseppina (Pia) Lissa è stata coinvolta dalla sorella Carla nei corsi di acquerello botanico e ha colto lo spirito di quest’arte coltivandola con l’esercizio e l’osservazione dal vero dei soggetti vegetali, scoprendo un insospettato talento che deve conciliare tuttavia con la sua attività imprenditoriale. Carla e Pia nel 2017 hanno partecipato ad Oleggio, come artiste allieve esordienti, alla mostra “Flora a Palazzo” con alcuni pittori botanici di FLORAVIVA. Nel 2018 sono state protagoniste della mostra “Pittura botanica al Geoparco”, presso la sede dell'Associazione “Supervulcano Valsesia” a Prato Sesia.

Odette Rosch Ranzini, di origine tedesca, vive in Italia dal 2000. Da quattro anni si dedica al disegno e all'acquerello botanico, in cui esprime con grande sensibilità la sua passione per la floricoltura ed il giardino, prediligendo la rappresentazione di varietà di tulipani e garofani. Lo studio ed il confronto degli autori del passato e dei contemporanei e l’esercizio metodico l’hanno portata ad esordire nel 2017 nell’ambito della mostra “Flora a Palazzo” ad Oleggio, insieme ad alcuni affermati interpreti dell’Associazione dei Pittori Botanici FLORAVIVA. "Flora ad acquerello" si terrà nei giorni 6, 7, 8, 13, 14 e 15 settembre, il venerdì dalle 15 alle 18, il sabato e domenica con doppio orario 10-13, 15-18. Le artiste saranno presenti negli orari di apertura della mostra, ed a disposizione del pubblico per informazioni sulla storia e sulla tecnica della pittura botanica. Nei giorni di domenica 8 e 15, dalle 10:30 alle 11:30 Angela Petrini terrà dimostrazioni di acquerello botanico.

Alessandro Bozzonetti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore