/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 22 agosto 2019, 07:00

Maxi rissa agli Zumaglini: si spegne il wi-fi, si alzano i cespugli e non si usa il vetro

Primi provvedimenti dopo i fatti di cronaca di lunedì sera. Ma spegnere internet potrebbe non essere semplice. Ramella Pralungo: "Megaweb deve verificare la fattibilità".

vetro ordinanza vetro

 

Nella giornata di oggi mercoledì 21 agosto è partita la lettera, dal comune di Biella a firma del sindaco Claudio Corradino, al presidente della provincia Foglia Barbisin e al suo vice Ramella Pralungo, per lo spegnimento temporaneo del wi-fi nell'oasi dei giardini Zumaglini, gestito da Megaweb di Città Studi. Una decisione maturata dal tavolo della sicurezza che si è tenuto, negli uffici della prefettura, martedì mattina 20 agosto tra prefetto, questore, comandanti dei carabinieri e della guardia di finanza, il sindaco Claudio Corradino e il vicesindaco Giacomo Moscarola. I paventati provvedimenti immediati a seguito alla maxi rissa di lunedì sera agli Zumaglini iniziano a prendere corpo. L'obiettivo principale è evitare l'ammassamento di persone nelle ore della giornata oltre a possibili traffici illeciti. "Abbiamo ricevuto la lettera -commenta Emanuele Ramella Pralungo- e l'area è gestita da Megaweb. Adesso dobbiamo verificare se sia possibile scollegare solo l'area in questione senza disconnettere altre zone". 

Un altro provvedimento prossimo sarà quello di alzare a un metro i cespugli e i rami bassi delle piante. Obiettivo che dovrebbe disincentivare i bivacchi e i nascondigli della droga derivanti dallo spaccio, garantendo così maggiore sicurezza. Infine, ordinanza firmata dal sindaco il 19 agosto al fine assicurare condizioni di ordine e sicurezza pubblica ai partecipanti agli eventi. "Dal 25 agosto al 31 dicembre sarà vietato introdurre, vendere, somministrare e consumare bevande di qualunque natura e gradazione, nonché alimenti, in bottiglie, contenitori di vetro, bicchieri di vetro e lattine, anche ove dispensate da distributori automatici". E ancora "la detenzione in luogo pubblico di bottiglie e lattine, nonché il loro abbandono fuori dagli appositi raccoglitori da parte dei partecipanti a manifestazioni, feste, concerti e fiere". Inoltre, è stato introdotto il "divieto assoluto di vendita, somministrazione consumo e introduzione di bevande alcoliche con gradazione superiore a 21° in contenitori di qualunque specie e materiale". La somministrazione di bevande da parte degli esercizi autorizzati è consentita quindi esclusivamente previa mescita in bicchieri di carta o plastica leggera. 

f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore