/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 21 agosto 2019, 16:26

Canile di Cossato, il comune di Biella lavora per la nuova convenzione

Per l’assessore Bessone occoorre “Sensibilizzare e coinvolgere tutti i comuni”

comune biella cossato canile

Nella giornata di ieri il sindaco Claudio Corradino accompagnato dagli assessori alla Tutela degli Animali Gabriella Bessone e al Bilancio Silvio Tosi, alla presenza del segretario Gianfranco Cotugno, hanno fatto visita al Canile di Cossato (ex canile Consortile). Un sopralluogo per visionare da vicino la struttura e per ribadire la disponibilità del comune di Biella sia nel ruolo di capofila per la gestione tecnico-amministrativa sia per farsi portavoce sulla tematica con gli altri comuni del territorio.

In particolare, il comune di Biella ha sottolineato al presidente dell’associazione di volontariato Aspa (Animali solo per amore) Giuliano Mosca di voler proseguire la gestione con enti di volontariato a seguito dello scioglimento del Consorzio dei Comuni avvenuto nell’aprile del 2015, mediante le procedure che le nuove normative consentiranno e che sono in fase di analisi da parte dell’Anac. “Tra le priorità è necessario sensibilizzare e coinvolgere tutte istituzioni - dice l’assessore Gabriella Bessone -, per chiudere le quote relative all’anno 2018. Dopodiché si lavora per la nuova convenzione. Confidiamo in una pronta risposta da parte di tutti i comuni, considerato che i cani ospitati provengono da ritrovamenti estesi a tutto il territorio provinciale”.

La struttura attualmente conta su tre dipendenti, più i volontari dell’Aspa. Durante la visita il presidente di Aspa Giuliano Mosca, accompagnato dall’operatore Mirco De Nobile e dal veterinario Enrico Miglietta, hanno fornito dei dati aggiornati sull’attività svolta: attualmente il canile ospita oltre 60 cani, dall’1 luglio a oggi sono stati ritrovati e ricoverati 25 cani tutti senza microchip. Negli ultimi sette anni i cani adottati sono stati oltre 1100. Non sono mancate delle precise richieste da parte dei gestori: oltre alla necessità di chiudere il bilancio relativo al 2018, il Canile ha chiesto aiuto alle amministrazioni per una maggiore vigilanza sui territori sul tema degli abbandoni.

Il comune di Biella ha dato la sua disponibilità a collaborare con il Canile per la redazione di un progetto necessario a raggiungere l’ottenimento del Fondo Regionale per la prevenzione e il contrasto del maltrattamento degli animali, utile per prestazioni di lavoro straordinario del personale o per l’acquisto di mezzi e attrezzature. Grazie a una donazione privata, giunta da una signora che vuole mantenere l’anonimato e che l’amministrazione di Biella ringrazia, il canile ha potuto riparare il tetto che era stato danneggiato dalla grandine. Grazie alle donazioni in arrivo dal 5x1000 il Canile ha poi potuto contare su un fondo di 10mila euro. Attualmente l’impegno dei Comuni che aderiscono al progetto è di un euro pro-capite all’anno.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore