/ ECONOMIA

ECONOMIA | 19 agosto 2019, 07:00

"Candele Giapponesi": cosa sono e come si interpretano

"Candele Giapponesi": cosa sono e come si interpretano

L'analisi tecnica è uno degli strumenti fondamentali che dobbiamo controllare se siamo interessati al mondo del trading, soprattutto se pratichiamo strategie intraday. Ci sono molte carte tecniche a vostra disposizione a seconda degli obiettivi che state perseguendo. Una di queste è rappresentata dalle candele giapponesi, che possono essere utilizzate con valute, azioni, materie prime o criptovalute con diversi periodi di tempo.

I grafici a candele giapponesi ci forniscono quattro dati chiave: il prezzo di apertura, il prezzo di chiusura, il prezzo massimo e il prezzo minimo. Per questo motivo, questo tipo di grafico è molto utile sia nel trading intraday che nello swing, in quanto ci fornisce informazioni più complete rispetto al tradizionale grafico a barre.

Rappresentazione

Il corpo delle candele è formato dalla differenza di prezzo tra l'apertura e la chiusura. Se il prezzo di chiusura è superiore al prezzo di apertura, si formerà una candela bianca. Se, invece, il prezzo di chiusura è inferiore al prezzo di apertura della candela, la candela sarà nera. Tuttavia, i trader possono scegliere di personalizzare i colori delle candele a loro piacimento loro piattaforma di trading.

I movimenti quotidiani estremi sono rappresentati da linee che si estendono dal corpo e sono chiamati stoppino o ombra. Gli stoppini inferiori e superiori di ogni candela rappresentano rispettivamente il prezzo minimo e prezzo massimo raggiunti durante il periodo che abbiamo fissato per il nostro grafico. Il massimo rappresenterà una resistenza e il minimo il supporto.

 

Rispetto ai grafici a linee, le candele giapponesi forniscono informazioni molto più utili, come il sentimento del mercato. Nel caso del grafico a linee, si rappresenta solo il movimento del prezzo, con una singola linea formata da una serie di punti. Al contrario, le candele offrono molti dettagli e possono essere utilizzate in fasce temporali diverse.

Patterns

I trader Forex e CFD utilizzano sempre più spesso i grafici a candele giapponesi perché li aiutano a prendere decisioni basate su informazioni accurate sugli sviluppi del mercato. Ci sono numerosi modelli di candele che ci aiutano a interpretare ogni candela nei minimi dettagli. Ad esempio, quando i prezzi di chiusura e di apertura sono gli stessi, la candela che ne risulta si chiama Doji ed è l'unica che non ha un corpo. Questo modello indica che il mercato è indeciso.

Un altro modello è la candela Marubozu, che non ha quasi nessuno stoppino. Più grande è la candela, più forte è il segnale di tendenza in quanto questo pattern stabilisce una soglia elevata di supporto e resistenza.

Il martello è un altro modello in cui lo stoppino rappresenta almeno il doppio della lunghezza del corpo della candela, che può essere rialzista o ribassista. Questa candela è interpretata come un segnale rialzista alla fine di un trend ribassista a breve termine per riprendere il trend sottostante.

La Morning Star invece è un modello composto da tre candele che seguono un movimento ribassista a breve termine: un primo spazio tra la grande candela rossa e la stella (rossa o blu), seguito da un secondo spazio tra la stella e la grande candela blu.

Esempio di pattern di candele giapponesi

Il tipo di candele più popolare attualmente utilizzato, specialmente nel Forex e nei CFD, è l’Heiken Ashi. Queste candele mostrano direzione, forza e slancio. Le candele sono calcolate sulla base della candela precedente e utilizzando una media mobile. Il loro colore dipenderà dalla media e si basano su rappresentazioni uniche di apertura, chiusura, massimo e minimo. 

 

Informazione Pubblicitaria

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore