/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 18 agosto 2019, 12:49

Ambiente: nessun picco di radiazioni in Piemonte dopo l'incidente a Severovdinsk

Il disastro avvenuto dieci giorni fa è costato la vita a due persone: secondo Arpa Piemonte, la nostra regione (come il resto d'Italia e d'Europa) non ha subito fortunatamente alcuna conseguenza

arpa piemonte

Immagine generica da Photopin

Arpa Piemonte ne è sicura, tanto da aver pubblicato nei giorni scorsi un aggiornamento ufficiale sul proprio sito internet: a dieci giorni di distanza dall'incidente avvenuto nel sito militare russo di Severovdinsk il monitoraggio della radioattività in regione non ha fatto registrare picchi o anomalie di sorta.

L'incidente al sito - ancora non del tutto chiarito nelle cause - è avvenuto l'8 agosto scorso. L'incendio che ha coinvolto la zona del complesso militare ha portato alla morte di due persone e al ferimento di ulteriori sei. I controlli e le analisi di Arpa Piemonte vengono effettuate sia rilevando in tempo reale il rateo di dose gamma nell'aria, sia con analisi a campione di particolato atmosferico; sia in Piemonte che in Italia che in Europa, insomma, non ci sarebbero all'orizzonte scenari di rischio.

Dal nostro corrispondente di Cuneo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore