/ EVENTI

EVENTI | 15 agosto 2019, 07:40

Il Fondo Ambiente Italiano presenta "Leonardo Bistolfi a Rosazza"

Sabato 17 agosto al Circolo del tennis la conferenza sullo scultore che ha realizzato il Monumento al Senatore Federico Rosazza Pistolet

Foto Cittadellarte

Foto Cittadellarte

La Delegazione FAI di Biella promuove per sabato 17 agosto alle 21 una conferenza su Leonardo Bistolfi e il Monumento al Senatore Federico Rosazza Pistolet al Circolo del tennis di Rosazza.

La conferenza, inserita nell'ambito del progetto FAI Puntiamo i Riflettori / Bistolfi a Rosazza, si pone l'obiettivo di sensibilizzare la comunità di Rosazza per comprendere il valore storico sociale del Monumento, uno dei più importanti del Biellese, e partecipare attivamente con una donazione a favore del FAI, per raggiungere la quota necessaria per terminare i lavori di restauro iniziati nell'estate.

Oltre alla conferenza a Rosazza, è prevista una seconda conferenza a settembre a Biella, al Museo del Territorio (dove è presente la copia in gesso del Monumento a Lorenzo Delleani), durante la quale interverrà Sandra Berresford, storica dell'arte e una delle massime conoscitrici di Bistolfi.

L'iniziativa del 17 agosto è patrocinata dal Comune di Rosazza, che ha recentemente dato avvio ai lavori di restauro del monumento ‒ dopo aver ricevuto un contributo significativo da Fondazione CRB ‒, dal Circolo di Rosazza, dalla Casa Museo dell'Alta Valle Cervo, dal Museo civico e gipsoteca Bistolfi di Casale Monferrato, dalla Delegazione del FAI di Casale Monferrato.

Relatori della serata saranno Alessandra Montanera, conservatore della Gipsoteca Bistolfi di Casale Monferrato, che introdurrà la figura dello scultore, casalese d'origine, che tra Otto e Novecento è stato uno dei maggiori scultori simbolisti a livello internazionale e Gianni Valz Blin, architetto e presidente onorario della Casa Museo dell'Alta Valle del Cervo, che racconterà le vicende che hanno portato all'erezione del Monumento, grazie a una sottoscrizione popolare, inaugurato nel 1909, a dieci anni dalla morte del Senatore.

Il Monumento si compone di un altorilievo in marmo bianco di Carrara a strapiombo sul torrente Cervo e di un busto in bronzo che lo fronteggia, collocato su un alto basamento di pietra, ben visibili lungo la strada provinciale che sale in Alta Valle. Fortemente compromesso nella sua originaria leggibilità, il Monumento, grazie all'intervento di restauro già iniziato,tornerà, a 110 anni dalla sua inaugurazione, alla sua originaria bellezza.

L'opera di Leonardo Bistolfi realizzata per Rosazza non è la sola sul territorio biellese. Lo scultore casalese infatti aveva un rapporto privilegiato con il nostro territorio che frequentava periodicamente soggiornando a Camburzano, paese d’origine della moglie. Tra le principali opere di Bistolfi presenti nel Biellese si ricordano: i busti in bronzo di Lorenzo Delleani, Felice Piacenza (Pollone) e Corrado Corradino (Masserano), il Monumento a Lorenzo Delleani (Pollone), le Tombe Serralunga e Canepa (Cimitero Monumentale di Oropa) e la Vittoria Alata per il Monumento ai Caduti di Camburzano, paese che gli conferì nel 1917 la cittadinanza onoraria.

Comunicato Stampa Cittadellarte - a.b.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore