/ CRONACA

CRONACA | 13 agosto 2019, 11:16

"Se non paghi 2 mila euro pubblico il tuo video mentre ti masturbi". Tornano le minacce via mail

Nuova ondata di mail minacciose da parte degli hacker. Non bisogna assolutamente pagare il denaro richiesto.

Foto di repertorio

Foto di repertorio

"Se non invii il pagamento entro 48 ore, invierò questo vίdeo a tutti i tuoi amici e conoscenti". Negli ultimi giorni torna a girare sulle mail personali e delle aziende, la richiesta di denaro a fronte di un fantomatico video registrato da un malware installato dall'esterno sul computer. E chi riceve la mail si trova così a dover leggere la richiesta di denaro e qualcuno può anche pensare che tutto questo possa accadere veramente.

"Ciao, cara vittima. Ti scrivo perché ho installato un ʍalware sulla pagina web con i siti porno che hai visitato. Il mio vίrus ha preso tutte le tue informazioni personali e ha acceso la tua fotocaʍera che ti ha ripreso mentre ti ʍasturbi. Devo ammettere che sei molto pervertito...Subito dopo il software ha copiato la lista dei tuoi contatti. Cancellerò questo vίdeo compromettente se mi pagherai 2.000 EUR in Bitcoin". Una vera minaccia alla quale non bisogna assolutamente cadere. Nessuno può installare dall'esterno un virus che riesca ad accedere alla fotocamera e accenderla. Il chiaro intento del truffatore è di creare il panico nel navigatore su internet e incassare così il pagamento che deve avvenire in un lasso di tempo stabilito.

"Ti do 48 ore di tempo dopo che hai aperto il mio messaggio per effettuare la transazione. Vedrò subito quando apri il messaggio. Non è necessario che mi dici di aver inviato il denaro. Questo indirizzo è collegato a te, il mio sistema cancellerà tutto automaticamente dopo che avrai eseguitola transazione". Per poi proseguire con la minaccia: "Puoi andare al posto di polizia locale, ma nessuno ti può aiutare. Se cerchi di imbrogliarmi, lo vedrò subito! Non vivo nel tuo paese. Loro non potranno localizzare la mia ubicazione in meno di 9 mesi. Addio. Non dimenticarti della vergogna e se ignori questo messaggio la tua vita sarà rovinata". 

Purtroppo questi truffatori sono difficilmente individuabili dalla polizia postale perchè, nella maggior parte dei casi come dicono proprio loro stessi, vivono in Paesi stranieri. Quindi l'unico modo è non cadere nella trappola e non pagare assolutamente. Se poi si volesse essere scrupolosi l'utente può recarsi in questura o dai carabinieri per metterli al corrente della situazione. 

f.f.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore