/ POLITICA

POLITICA | 07 agosto 2019, 12:48

La crisi non va in vacanza, flash mob a Roma di FdI davanti al Mise

Presenti i due esponenti biellesi di Fratelli d’Italia, il parlamentare Andrea Delmastro e l’assessore regionale al Lavoro, Elena Chiorino

chiorino delmastro

“La crisi non va in vacanza. E il governo deve smetterla di girarsi dall’altra parte e di varare provvedimenti, come il reddito di cittadinanza e la “quota 100” dal sapore stantio di assistenzialismo, che non sostengono in alcun modo la crescita e le imprese in difficoltà, a differenza di quanto si sta facendo in Piemonte”.

A sostenerlo sono i due esponenti biellesi di Fratelli d’Italia, il parlamentare Andrea Delmastro e l’assessore regionale al Lavoro, Elena Chiorino, che ieri hanno partecipato alla manifestazione di fronte all’ingresso del Ministero insieme a Giorgia Meloni e ai più importanti esponenti del partito. Simili manifestazioni si sono svolte anche su tutto il territorio piemontese, con presidi di fronte alle sedi delle aziende in difficoltà. Sotto accusa la politica industriale del ministro del Lavoro, Luigi Di Maio giudicata sterile e del tutto inefficace. A Roma è stato ribadito che la ricetta di FdI, al contrario, è un «pronto soccorso aziendale di fronte ai 200 tavoli di crisi aperti al Mise». Una manifestazione, quella di Fratelli d’Italia, organizzata, non a caso, in un periodo caratterizzato dalle ferie, che vuole richiamare l’attenzione sulla drammatica situazione di numerose aziende italiane.

“Per tornare a crescere - spiegano Delmastro e Chiorino - occorrerebbe invece far ripartire la produzione, sostenere le imprese e i lavoratori, innescare un circolo virtuoso di crescita che non potrà mai basarsi sulla cancellazione della povertà per decreto o su un sussidio che consentirà a parecchi di passare le giornate sul divano aspettando che il lavoro cada dal cielo e che le gravi crisi si risolvano da sole”.

L’assessore Chiorino, confermando la massima attenzione per i lavoratori piemontesi, ha poi proseguito l’intensa giornata di lavoro romana partecipando al tavolo per la crisi della Pernigotti e non ha perso occasione per togliersi qualche sassolino dalle scarpe anche commentando la notizia che l’INPS, nel prossimo futuro, ha in programma l’assunzione di nuove risorse: «Mi auguro - ha detto- che queste non vengano utilizzate per far fronte all’assistenzialismo (leggi, reddito di cittadinanza, ndr) ma che vengano impiegate per velocizzare e rendere più fluidi i processi a favore dei lavoratori in difficoltà, come nel caso della cassa integrazione, per la quale oggi siamo costretti ad attendere mesi per l’erogazione. Ragione per la quale, in Piemonte, abbiamo lavorato, con successo, per dare risposte concrete ai lavoratori in difficoltà ottenendo l’anticipo della cassa integrazione straordinaria”.

Comunicato stampa FdI g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore