/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 24 luglio 2019, 07:00

IFI dichiara il fallimento. Sospeso il rapporto di lavoro con 85 famiglie

Sempre più alto il rischio di cassazione per i gli 85 dipendenti di Iniziative Ferroviarie Italiane di Santhià. CGIL: “Non lasciamoli soli”.

IFI dichiara il fallimento. Sospeso il rapporto di lavoro con 85 famiglie

A Santhià e a tutto il territorio di Vercelli, arriva l'ennesimo duro colpo occupazionale in una provincia già devastata dalla crisi. È un futuro preoccupante e in salita per tutti i dipendenti, alcuni biellesi, impiegati nell’Azienda IFI, che ha dichiarato il fallimento. 

Tramite la commessa Ansaldo, il lavoro avrebbe dovuto essere garantito almeno fino al mese di dicembre 2019, ma lunedì 22 luglio - davanti ai cancelli aziendali - la paura e la preoccupazione erano nelle parole dei dipendenti che già all'inizio dell'anno avevano affrontato molte difficoltà.

Cosa succederà adesso alle 85 famiglie dei dipendenti della IFI ex Magliola? É veramente la fine di oltre 100 anni di storia di costruzione e manutenzione di carrozze ferroviarie? Saranno i curatori fallimentari – avv. Gabriella Angela Massa e Maria Maccarone - individuati dalla sentenza del Tribunale di Vercelli, a stabilire il da farsi in merito al fallimento della IFI - Iniziative Ferroviare Italiane di Santhià. Intanto CGIL Vercelli e Valsesia chiede aiuto alle istituzioni, affinché si facciano carico del problema che non può essere affrontato esclusivamente dai dipendenti dell'azienda. 

comunicato sindacale a.z.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore