/ Biella motori

Biella motori | 22 luglio 2019, 10:36

In 138 al quarto Raduno Internazionale di Fiat Panda della provincia biellese

panda

Foto Benedetti/Clerico

Si è concluso sabato 20 luglio il quarto Raduno Internazionale di Fiat Panda del Biellese. La festa ha avuto inizio alle 18 di venerdì 19 con l’arrivo della meravigliosa PanDakar 2017, in collaborazione con l’ingegnere Fiat Nicola Montecchio in un bar di Gaglianico per l’apericena del Pandista. 

Sabato mattina la favolosa PanDakar 2017 che partecipò alla Dakar concludendo con successo tutte le tappe della competizione è entrata al Centro Commerciale i Giardini grazie alla collaborazione con il direttore Marco Verpelli insieme alla meravigliosa Panda Dakar 1984 di Danilo Rabino da Prunetto. Dalle 16 al bar di Masserano è entrato in scena il Raduno che ha ospitato 138 Fiat Panda dal 1982 ad oggi. Dopo l’arrivo del sindaco Sergio Fantone e la benedizione del parroco le auto sono partite alla volta del Laghetto Gabella per la tappa aperitivo presso la Pro Loco di Curino, per poi ripartire per un tour di 45 km tra le Valli della Lana assistiti da AIB e un gruppo di motociclisti che in sella delle loro Harley Davidson hanno reso sicuro il percorso. 

Verso le 19,30 l’arrivo in piazzale Casalegno dove ad attendere i pandisti, insieme a un gruppo di incuriositi spettatori, c'era il sindaco di Biella Claudio Corradino. La manifestazione si è poi conclusa all'Agorà con una cena durante la quale sono state premiate alcune Panda a cura del Centro Commerciale i Giardini e “I Pandisti del Biellese”. Il titolo di equipaggio più vintage è stato assegnato a Giuseppe Prina Cerai, il più giovane a Daniele Tocco, mentre l’auto più vintage è stata quella di Luigi de Gobbi, una Panda 30 del 1982. L'auto più giovane, se non che anche la più lontana, è stata la Panda di Giuseppa Carvelli ed Edoardo Prinzivalli, arrivata appositamente per il Raduno da Crotone. Premiata anche la Panda di Daniela Elia arrivata da Lugano per la partecipazione Internazionale.

Tra i partecipanti alcuni membri dei gruppi Pandarmati Piemonte, Mare e Monti e Panda a Pandino. Un ringraziamento speciale dagli organizzatori agli Amici Willy e Jack che con la loro collaborazione rendono allegro e unico il Raduno. "Un ringraziamento - dicono - va anche all’amico Gianmauro Mazzola di Brusnengo per l’aiuto e collaborazione. Targhe e ringraziamenti alla PanDakar 2017 e a Nicola Montecchio, la cui collaborazione è stata preziosa e indimenticabile". 

"Io e mio marito - aggiunge Michela Clerico - siamo davvero felici di continuare questa magica avventura con il mondo Panda. Anche quest’anno un numero davvero importante, 138 auto alla partenza e più di 300 persone. Ringraziamo tutti i partecipanti e le persone che credono in noi e rendono così bello e famigliare questo Raduno".

Redazione B.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore