/ CULTURA E SPETTACOLI

CULTURA E SPETTACOLI | 18 luglio 2019, 16:27

Suoni in movimento, concerto del Trio Chagall alla Fabbrica della Ruota

Al Museo del Bramaterra di Sostegno è in programma l'incontro "Viaggio in Mongolia", al Lanificio Botto parte lo spettacolo "Riti di luce"

Suoni in movimento, concerto del Trio Chagall alla Fabbrica della Ruota

La musica "invade" la Fabbrica della Ruota: domenica continua la rassegna Suoni in movimento facendo tappa al sito di Pray. Gli artisti protagonisti saranno i musicisti del Trio Chagall, risultato vincitore della sezione "Musica da Camera" di "Amadeus Factory 2018". Dopo la consueta visita guidata alla struttura, si entrerà nel vivo dell'appuntamento con lo show che proporrà i brani di Beethoven, Ravel e Cosmi; i componenti del trio che si esibiranno sono Edoardo Grieco (violino), Francesco Massimino (violoncello) e Lorenzo Nguyen (pianoforte). Dopo il concerto ad ingresso libero e gratuito - che rientra nel ciclo di eventi del "Percorso Giovani" - si terrà un talk con il Trio Chagall, previsto per le 18. Il prossimo concerto di Suoni in movimento si terrà domenica 28 luglio presso il Santuario di San Giovanni d'Andorno di Campiglia Cervo.

"La rassegna - si legge nella nota stampa dell'evento - prosegue con il percorso dei Musei delle Montagne biellesi e il Percorso Giovani. Parecchie sedi museali sono situate sulle Prealpi biellesi in posizioni suggestive e in località turistiche; esse sono esempio di straordinaria architettura, di forti testimonianze del passato e di luoghi rappresentativi dell’identità del territorio. In questi siti è stata individuata la scelta di convogliare la maggior parte dei concerti del Percorso Giovani: passato e futuro, nuove generazioni aiutano a mantenere viva la memoria storica e rafforzare l’interesse per le tradizioni locali". In allegato il comunicato e due immagini del Trio Chagall. 

Natura, cultura, tradizioni e storia: domenica 21 luglio 2019, dalle 16 alle 17, si terrà Viaggio in Mongolia, un incontro in programma al Museo del Bramaterra di Sostegno. Come si evince dal titolo dell'appuntamento, l'evento sarà interamente dedicato allo stato dell'Asia Orientale, in un percorso articolato attraverso la relazione della spedizione scientifica supportata dalla "Mongolian Accademy of Science".

"Ci si soffermerà - spiega Silvia Chersich, operatrice della Rete Museale Biellese - sugli aspetti pedologici, geologici e paesaggistici di questa grande nazione, senza trascurare le tradizioni e la cultura locale attraverso un percorso di oltre 3500 km". Sarà proprio la guida in questione la relatrice dell'iniziativa (ad ingresso libero e gratuito) del sito di Piazza Santa Caterina 7 in frazione Casa del Bosco. Per ulteriori informazioni è possibile scrivere una mail all'indirizzo trasentieri@gmail.com, in allegato la locandina con tutti i dettagli.


Sempre domenica, alla Trappa di Sordevolo, si terrà l'appuntamento Salvine - Picnic in alpeggio e visita a Bagneri. Un evento che interessa due siti della Rete Museale Biellese, quindi, in un interessante binomio di gusto e attività all'aperto con protagonista Marta Foglio di Foodopia. "Una laurea in traduzioni letterarie - si legge nella locandina in riferimento all'ospite dell'evento - poi l'incontro con il mondo di Slow Food. Marta Foglio diventa allieva e si diploma alla scuola di Pietro Leeman (primo e unico cuoco vegetariano in Italia premiato con la stella Michelin) interessandosi alle implicazioni che legano la buona alimentazione con la salute. Foodopia è il risultato di questo percorso e, allo stesso tempo, il coronamento di un sogno e un punto di partenza". Il programma, al mattino, prevede: alle 9 il ritrovo alla Trappa con partenza a piedi per le Salvine (in compagnia delle asine Giulia e Mina); alle 11 visita agli alpeggi, raccolta delle erbe e preparazione del picnic; alle 12.30 picnic nel bosco vicino alla sorgente, con prodotti del territorio e quelli raccolti lungo il cammino con Marta Foglio. Dopo il pranzo, alle 14.30 si farà tappa a Bagneri, mentre alle 16 è previsto un "viaggio" culturale-naturalistico alla scoperta delle tradizioni legate al castagno (con tanto di spuntino a base di castagne). Alle 17.30 la giornata si concluderà con un rinfrescante bagno nell'Elvo.

 

Concludiamo con un appuntamento in programma il 20 e il 21 luglio a Miagliano, dove si terrà Riti di Luce, uno spettacolo firmato da Amici della Lana/Storie di Piazza e scritto collettivamente da Storie di Piazza. Lo show metterà in luce storie di "streghe" vissute ai primi del 900 e intreccerà una narrazione ispirata ad alcune leggende locali. Il luogo di ritrovo per prendere parte all'appuntamento è il Lanificio Botto, con partenza - ogni mezzora - a partire dalle 21; l'evento, nello specifico, inizierà dal Lanificio e si snoderà lungo il canale Poma, toccando anche il villaggio operaio e le tre parche del murales “Le Tre sorelle”, realizzate da Francesca Melina e Gioele Bertin nel 2016.

"Lo spettacolo - si legge nella nota stampa - parlerà di un amore contrastato, ovvero quello tra una rosazzese e un miaglianese nel periodo d’oro del Cotonificio. Il legame fu ostacolato dalla divisione che da sempre esiste nell’umanità: Nord/Sud, alto/basso, bianco/nero e, in questo caso, la diffidenza che c’era tra alta e bassa valle Cervo". Locandine e comunicato in allegato.

Comunicato Stampa Rete Museale Biellese - bb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore