/ CRONACA

CRONACA | 16 luglio 2019, 19:19

"M49 già ammazzato? Noi andremo a Trento lo stesso". Da Biella parte la campagna animalista del Meta

Appello dell'associazione per raccogliere adesioni per il viaggio della speranza di salvare M49, avvistato a Centa San Nicolò. L'orso continua ad essere visto ma mai catturato. Gli attivisti ipotizzano anche la sua morte.

Foto Mauro Belardi

Foto Mauro Belardi

"Hanno nuovamente avvistato M49 ma non si capisce se tutto questo sia veritiero perchè non lo trovano mai oppure, secondo i nostri attivisti in zona, sia tutto un bluff e l'orso sia già stato ammazzato. Noi comunque sabato, come da programma, ci ritroveremo all'Acropark Rio Centa di Centa San Nicolò provincia di Trento alle 10. Secondo i nostri attivisti, sarebbe quella la zona dove sarebbe stato avvistato l'orso. Per chi parte da Biella può contattare il 347.8306210 per gli accordi e le info". Dal Biellese parte il viaggio della speranza verso il salvataggio di M49. Un appello, quello di Valerio Vassallo rivolto a tutti coloro abbiano a cuore la vita dell'orso e quindi a partecipare alla giornata organizzata dal Movimento Etico Tutela Animali e Ambiente. Una decisione presa anche in base alle ultime dichiarazioni del presidente della provincia autonoma di Trento che avrebbe suggerito lo "sparate a vista".

 

"Oggi -continua Vassallo- abbiamo anche proposto una collaborazione con il corpo forestale della regione autonoma di Trento, che non sono i carabinieri ma un corpo tecnico con funzioni di polizia, dipendente dall'assessorato del territorio e dell'ambiente della provincia autonoma di Trento. Ad ora non abbiamo avuto risposta alcuna. Sembra quasi vogliano giocare a nascondersi". 

La fuga dell'orso trentino M49 non convince nessuno, sembra quasi un piano di ripiego per uccidere, creando una situazione di difficile gestione e di presunto pericolo. L'animale era stato catturato alcuni giorni fa in val Rendena ma subito dopo fuggito dal Centro Casteller, a sud di Trento, dove era stato rinchiuso. "Gli hanno tolto il radiocollare, lasciato sempre per monitorare gli spostamenti -prosegue l'attivista biellese-. E' scappato da un'area adibita appositamente per gli orsi, un recinto di 4 metri altezza con rete ad alto voltaggio e antisalto. Pensiamo sia stato liberato appositamente per evitare costi di mantenimento e quant'altro". Il ministro dell'ambiente Sergio Costa avrebbe emesso una diffida per la cattura di M49, nonostante Trento sia autonoma. "Noi sabato saremo all'Acropark -dice ancora il biellese- sperando che l'orso non venga trovato. Prima non avremmo un numero necessario a raggiungere almeno 100 persone". L'obiettivo della giornata di sabato è quello di fare in modo che l'orso si sposti in luoghi sicuri, lontani dai centri abitati e dai fucili. "Speriamo -conclude Valerio Vassallo- che il volerlo catturare corrisponda alla verità e soprattutto ci auguriamo che non venga sbagliata la dose degli anestetici". 

Fulvio Feraboli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore