/ POLITICA

POLITICA | 12 luglio 2019, 09:40

Crisi Manital, l'assessore Elena Chiorino: "La pazienza è terminata. Ora tuteliamo i lavoratori"

Crisi Manital, l'assessore Elena Chiorino: "La pazienza è terminata. Ora tuteliamo i lavoratori"

«Il comportamento dell’azienda è inaccettabile. I lavoratori non possono essere utilizzati come banche. A questo punto la Regione si attiverà immediatamente per chiedere a tutti gli enti pubblici che hanno in essere commesse con Manital la surroga dei pagamenti a favore dei dipendenti che attendono da mesi di essere pagati». Non usa mezzi termini l’assessore regionale al Lavoro, Elena Chiorino, esponente di Fratelli d’Italia, che questa mattina si è recata presso la sede della Manital di Ivrea per un incontro con i vertici aziendali.«E invece - prosegue l’esponente del partito di Meloni - la proprietà non si è fatta vedere e sono stata ricevuta da due persone che non avevano autorizzazione per dare risposte concrete. Una situazione paradossale, a tratti imbarazzante, dal momento che la mia intenzione era quella di fare il punto della situazione in un incontro interlocutorio, necessario per capire senza filtri quali fossero le difficoltà oggettive e in che modo la Regione avrebbe potuto agevolare un’evoluzione favorevole della vicenda, che vede coinvolti 1500 lavoratori piemontesi». 

E invece il «vertice» si è concluso con un nulla di fatto. «A questo punto la pazienza è terminata - tuona Chiorino - e dobbiamo pensare a tutelare i lavoratori e le loro famiglie. Prenderemo posizione chiedendo agli enti pubblici di esercitare l’azione della surroga a favore dei dipendenti. A tal fine ho già chiesto ai miei uffici di fare uno screening per conoscere con esattezza quali e quanti enti pubblici piemontesi hanno in essere commesse con Manital». L’azione di Chiorino a livello regionale è supportata, a livello nazionale, dal parlamentare di Fratelli d’Italia, Andrea Delmastro che nei giorni scorsi aveva chiamato in causa con fermezza il Ministero: «Il Mise comunica solo fumate nere - aveva denunciato Delmastro - incapace di intervenire con decisione. Manital ha quasi solo monocommitenza pubblica e il pubblico sta pagando regolarmente. Da tempo ho chiesto al Mise di provvedere urgentemente al blocco dei pagamenti in favore di Manital da parte degli enti pubblici per saldare, in surroga, gli stipendi già miserrimi dei dipendenti. Se il Mise esiste batta un colpo. Potrebbe essere lo strumento per far sedere Manital al tavolo con maggiore consapevolezza della forza dello Stato quando deve tutelare i lavoratori». L’assessore Chiorino ha poi incontrato una delegazione di lavoratori che hanno manifestato di fronte alla sede di via Di Vittorio per spiegare con trasparenza la situazione».

comunicato f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore