/ Animalerie

Animalerie | 12 luglio 2019, 16:34

“Lui si fida di te”. Dal comune di Biella uno slogan contro l’abbandono degli animali

“Lui si fida di te”. Dal comune di Biella uno slogan contro l’abbandono degli animali

"Non abbandonarlo, lui si fida di te". È con questo slogan che il Comune di Biella e l’assessore alla Tutela degli animali Gabriella Bessone propone una campagna di sensibilizzazione contro l’abbandono degli animali. La campagna, oltre che per scongiurare l’abbandono dei quattro zampe, serve anche a dare alcune raccomandazioni e numeri utili nel caso di ritrovamento per chi si dovesse imbattere in un animale abbandonato o ferito e debba soccorrerlo. Il fenomeno dell’abbandono degli animali è un problema durante tutto l’anno ma, durante l’estate, raggiunge il suo apice.

 

"È importante sapere - si legge nella nota della Città di Biella - che è possibile aiutare i cani o i gatti abbandonati non restando indifferenti e mettendo in pratica una serie di azioni per salvarli e far sì che qualcuno si prenda poi cura di loro. L'abbandono sul territorio è un fenomeno complesso che include gli animali smarriti, gli abbandoni veri e propri da parte di residenti o la presenza o l’introduzione di animali abbandonati provenienti da altri territori. Ricordati che lui si fida di te". 

 

Se si incontra un animale abbandonato e se è avvicinabile è necessario approcciarsi a lui in modo dolce, mantenendo un tono di voce rassicurante e verificando se ha la medaglietta. 
Per il recupero dell'animale è necessario rivolgersi al numero unico di emergenza 112, che contatterà le forze dell’ordine le quali, a loro volta, richiederanno l’intervento degli operatori del Canile. Stessa prassi per gli animali selvatici incidentati o feriti: anche in questo caso il numero unico di emergenza 112 veicolerà la chiamata alle forze dell’ordine per far intervenire il Coordinamento Provinciale di Protezione Civile.

 

Redazione B.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore