/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 08 luglio 2019, 14:35

IL CQC quello sconosciuto. In provincia i corsi per il rinnovo

IL CQC quello sconosciuto. In provincia i corsi per il rinnovo

Sono passati infatti già 5 Anni dalla data dei primi corsi CQC, la Carta di Qualificazione del Conducente,  e schiere di autisti cadetti, stanno tornando nei banchi delle autoscuole per poter proseguire nel proprio ambito lavorativo Una sigla nota a chi fa l'autista di professione. Ma di cosa si tratta ? La Carta di qualificazione del conducente è un documento abilitativo che si aggiunge alla patente di guida. È necessaria per tutti i conducenti che effettuano “professionalmente” l'autotrasporto di persone e di cose su veicoli per la cui guida è richiesta la patente delle categorie C, CE, D e DE.

Per quanti professionalmente trasportano merci o passeggeri, non è sufficiente possedere la relativa patente di guida. E' richiesta anche la Carta di Qualificazione del Conducente, anche nota come CQC. Da quando esiste il CQC ? Si tratta di una abilitazione entrata in vigore nel settembre 2008 relativamente al trasporto di passeggeri, un anno più tardi invece per il trasporto merci. Sono date importanti, perché influenzano direttamente la possibilità di ottenere la CQC per titoli, senza sostenere alcun esame o frequentare un corso. L'esenzione, di fatto, è cessata nel 2013 per la CQC del trasporto di persone, a settembre 2014 per il trasporto merci. Quanti precedentemente erano in possesso di una patente di tipo C, C+E, D, D+E, con abilitazione KD conseguita entro l'aprile 2007, potevano richiedere la CQC d'ufficio.

La Carta di qualificazione del conducente ha una durata di 5 anni ed è rinnovabile a scadenza. Quest'ultima non coincide necessariamente con quella della patente (C o D), visto il possibile conseguimento in momenti differenti. Chi possiede una CQC per il trasporto merci, non è automaticamente abilitato al trasporto di persone, e viceversa. Sono previsti corsi diversi nella parte specialistica e qualora si voglia estendere la CQC all'una o l'altra tipologia, si dovrà sostenere il relativo corso.

Chi puo' conseguire la CQC ? 
Conducenti residenti in Italia
Conducenti residenti in uno Stato membro dell'Unione Europea dipendenti di impresa di autotrasporto di cose o persone stabilita in Italia
Cittadini di uno Stato non appartenente all'Unione Europea o allo spazio economico Europeo dipendenti di impresa di autotrasporto di cose o persone stabilita in Italia

Requisiti per ottenere il CQC
I conducenti muniti di CQC devono aver compiuto:                                       
18 anni per guidare veicoli per trasporto merci per cui è richiesta la patente C o CE, 21 anni per guidare veicoli per trasporto di persone per cui è richiesta patente D o DE
Devono possedere la CQC i conducenti di veicoli ad uso proprio quando sono assunti con la qualifica di autista perché, in tal caso, la guida viene effettuata a carattere professionale.
Devono possedere la CQC i conducenti di scuolabus sia per attività in conto proprio o per conto di terzi. Per gli autisti “anziani” devono  conseguire anche loro questa abilitazione ?       

Il rinnovo della CQC avviene a seguito di un corso di aggiornamento e si possono intraprendere le pratiche già 18 mesi prima della scadenza, fino a un limite massimo di 2 anni successivi: va da sé che con una CQC scaduta non si potranno trasportare professionalmente persone o merci sui relativi mezzi. Attenzione a non lasciar trascorrere più di 2 anni dalla scadenza, perché si dovrà sostenere nuovamente l'esame. Il costo del rinnovo  può variare da autoscuola ad autoscuola, mentre la durata del corso teorico è di 35 ore.

Ricapitolando ...                                                                                         
Per le nuove abilitazioni non basta il corso ma occorre fare un vero e proprio esame con un costo abbastanza salato. La richiesta di rilascio va inoltrata alla Motorizzazione civile, presso la quale si sosterrà l'esame. Il quiz si compone di due prove, entrambe con 60 domande da completare in 120 minuti e con un margine d'errore di 6 risposte. Alla parte generale si affianca il secondo quiz specifico sul trasporto merci o persone, a seconda della tipologia di CQC richiesta.

Il corso completo per conseguire la certificazione si può svolgere presso le autoscuole, oltre alle altre strutture abilitative e prevede 280 ore di formazione nella sua versione completa. La prova finale si svolgerà in ogni caso presso la Motorizzazione e in caso di bocciatura si potrà ritentare l'esame entro 1 anno: oltre, sarà necessario svolgere un nuovo corso.

E' prevista anche una formazione "rapida" di 140 ore, in seguito alla quale si può conseguire la CQC ma con limitazioni, ad esempio, sulla massa complessiva a pieno carico del veicolo da guidare. Ottenuta la CQC, dovrà sempre accompagnarsi alla patente in corso di validità richiesta per il mezzo che si sta conducendo, mentre i punti persi andranno a erodere il bottino - di 20 punti - della CQC e non della patente C o D.I corsi hanno prezzi tra i 1500 e i 2000 euro.

Come si svolge l'esame ?                                                                           
Per il conseguimento della CQC il candidato deve sostenere due prove: una "comune" (valida cioè per i candidati che intendono conseguire la CQC  sia per il trasporto di cose che per il trasporto di persone), ed una "specialistica" (in funzione del tipo di abilitazione richiesta).                                                                   
Non è possibile sostenere nello stesso giorno, per lo stesso candidato, gli esami per la parte comune e per la parte specialistica in quanto il sistema deve prima acquisire l’esito della parte comune;

il candidato idoneo alla parte comune potrà prenotarsi con la stessa pratica alla parte specialistica; se verrà respinto alla parte specialistica potrà sostenere di nuovo quest’ultima, (dopo che siano trascorsi almeno 30 giorni dalla data della prova conclusa con esito negativo) presentando una nuova domanda, senza ripetere la parte comune;

in caso di esito negativo di una prova (comune o specialistica) deve essere sempre presentata una nuova domanda e l’esame potrà essere sostenuto soltanto dopo che siano trascorsi almeno 30 giorni dalla data della prova conclusa con esito negativo;

può essere ammesso a sostenere le prove (comune e specialistica)  il candidato che ha presentato l'istanza quando l'attestato di frequenza era ancora in corso di validità (la validità dell’attestato è di 1 anno dalla data di fine corso).   Nel caso in cui l'attestato di frequenza scada mentre sono in corso le procedure d'esame, ed una delle due prove dovesse avere esito sfavorevole, il candidato, nel caso intendesse ancora conseguire la CQC dovrà frequentare nuovamente il corso di formazione iniziale e sostenere sia la prova comune che la prova specialistica;

il candidato già in possesso della CQC per il trasporto di cose (o trasporto persone) che intenda estendere detta abilitazione anche al trasporto di persone (o trasporto di cose) effettua la sola prova "specialistica”;

il candidato già in possesso dell'attestato di idoneità per l'accesso alla professione di autotrasportatore per il trasporto di cose (o di persone) che intende conseguire la CQC valida per il trasporto di cose (o di persone) effettua la sola prova "comune”.

Fonti : ministero delle infrastrutture e trasporti   

www.mit.gov.it/come-fare-per/patenti-mezzi-e-abilitazioni/abilitazioni-professionali/cqc-conseguimento

professione camionista                                                                  https://professionecamionista.it/nuova-regolamentazione-della-cqc-cosa-cambia/

 

 

Luca Stecchi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore