/ AL DIRETTORE

AL DIRETTORE | 05 luglio 2019, 07:40

Nuovo consiglio regionale, l'opinione di Wilmer Ronzani

ronzani

Wilmer Ronzani

Riceviamo e pubblichiamo:

"Oggi (lunedì 1° luglio, ndr) si inaugura l'11esima legislatura regionale. Auguro buon lavoro al Presidente Cirio, alla nuova Giunta e a tutto il Consiglio Regionale. Il nuovo governo regionale eredita una situazione difficile ma meno complicata rispetto a quella che si trovò di fronte Chiamparino: i conti regionali sono migliorati, il che significa che la nuova giunta avrà qualche spazio di manovra in più. Non fu così per la giunta precedente a cui io rimprovero di non aver fatto si da subito una "operazione verità sui conti" e che si trovò a dover fare affrontare con problemi di bilancio enormi.

Il Piemonte ha di fronte sfide difficili. Per colpa del M5S ha perso occasioni importanti, come quella delle Olimpiadi Invernali o della Tav. Oggi leggo della disponibilità del M5S ad accettare il progetto transeuropeo. Per anni i discorsi fatti dagli esponenti del M5S in Consiglio Regionale andavano in tutt'altra direzione. Varrebbe la pena di rileggerseli: chi era a favore della Tav era come minimo un corrotto. La Sindaca di Torino plaude al successo di Milano e Cortina. Alla buon'ora! Quand'era il momento di decidere e di assumersi le proprie responsabilità ha subito  il diktat della sua maggioranza. Oggi e troppo tardi e il tentativo di Cirio di rimetterci in corsa viene compiuto fuori tempi massimo.

Quella che si presenterà in Consiglio oggi è una giunta a trazione leghista. Quindi, non me ne voglia il nuovo Presidente, ma egli sarà un Presidente a sovranità limitata, esattamente come il premier Conte. La Lega di Salvini sarà cioè in grado di determinare la scelte più importanti della politica regionale. Se dimostrerà il contrario sarò lieto di dargliene atto. L'opposizione ha il compito di difendere le scelte compiute dalla giunta Chiamparino, non tutte perché alcune erano e rimangono sbagliate, ma soprattutto di costruire, attraverso un confronto e un rapporto con la società piemontese, un alternativa di governo".

Wilmer Ronzani

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore