/ POLITICA

POLITICA | 03 luglio 2019, 18:38

Emilio Vaglio: "Conca d'Oropa? Mi auguro che Cavicchioli abbia deliberato per Piano Aree Sciabili"

"Qualora ciò non fosse avvenuto, quali sono i motivi per i quali un argomento così importante che stoppa qualsiasi atto propedeutico allo sviluppo socio/economico della Città è stato trascurato".

Emilio Vaglio: "Conca d'Oropa? Mi auguro che Cavicchioli abbia deliberato per Piano Aree Sciabili"

Riceviamo e pubblichiamo. "Ho letto con molta attenzione quanto la Stampa locale ha pubblicato relativamente alla Fondazione Funivie di Oropa ed in particolare al lavoro che l’Ente ha svolto per il bene comune della Conca di Oropa. Ritenendo immodestamente di conoscere piuttosto bene il territorio di Oropa ed in particolare delle sue Funivie e del suo  “domaine skiable”  mi arrogo il diritto di formulare pubblicamente un quesito sull’argomento. Premesso che: La legge Regionale n. 2/2009 del 26 gennaio 2009 si occupa  dettagliatamente delle aree sciabili ed in particolare l’articolo 4 da la definizione delle medesime e tratta lo sviluppo montano e delle piste da sci. L’articolo 5 al comma 1 dispone che i comuni interessati, nel caso in questione ovviamente Biella, predispongano  una propria deliberazione di individuazione e variazione delle aree sciabili e di sviluppo montano e la trasmettano  alla Regione entro il 31 dicembre 2018. Ciò premesso  tenuto conto che, se ben mi risulta, la delibera in parola è propedeutica e condiziona ogni eventuale variante al PRGC della città chiedo cortesemente: - se il Comune di Biella ha predisposto la delibera e se entro il termine del 31 dicembre 2018  la documentazione è stata trasmessa  alla Regione Piemonte per la relativa approvazione. -qualora ciò non fosse avvenuto, quali sono i motivi per i quali un argomento così importante che stoppa qualsiasi atto propedeutico allo sviluppo socio/economico della Città è stato trascurato. Mi auguro per il bene di Biella e del suo Territorio che l’Amministrazione Cavicchioli, si sia fatta parte diligente con gli Enti e/o le persone preposte alla stesura del Piano delle Aree sciabili e abbia  predisposto ed approvato la delibera relativa, senza lasciare in eredità alla Giunta Corradino l’onere di correre ai ripari al fine di recuperare (cronologicamente  impossibile) il tempo ormai perduto ed evitare di continuare ad accompagnare Biella nella Sua decrescita felice".

emilio vaglio f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore