/ Fashion

Fashion | 23 giugno 2019, 07:00

Viaggio alla scoperta del galateo e del bon ton: I boxer

Comportarsi nel modo giusto al momento giusto non è qualcosa da dare per scontato: a volte, infatti, può capitare di non sapere come porsi nel modo corretto in determinati contesti o situazioni. Dalla rubrica dello scrittore biellese e maestro del bon ton Marziano Magliola, tratta dal suo libro “Il Bene stare. Regole di (buona) educazione” - Edizioni Joker, alcuni consigli sull'argomento. Al via la quarta puntata

Viaggio alla scoperta del galateo e del bon ton: I boxer

Boxer o slip? La domanda non è banale, perché l’utilizzo dell’uno o dell’altro, costume da bagno o mutanda poco importa, può rivelarsi determinante. E non solo da un punto di vista estetico. Il ridicolo è in agguato, soprattutto in certi frangenti, dove la prima impressione è quella che conta e rischia di pregiudicare irrimediabilmente il…dopo. Un corpo  aggraziato, non necessariamente giovane, non ha contro - indicazioni se esibito in slip: in spiaggia o tra le mura domestiche. Resta pur sempre un fatto di opportunità e di eleganza che mal si conciliano, sia pure in assenza di imperfezioni, con l’anatomia.  

 “Sbaglia chi crede che l’importanza del galateo diminuisca a misura che ci si spoglia, per cui in costume da bagno preoccuparsi delle buone maniere sarebbe assolutamente superfluo”. Come non condividere queste verità, tratte da “Il Saper Vivere” di Donna Letizia, a mio avviso sempre puntualmente attuali. Per le donne, alle quali si rivolgeva la scrittrice, non meno che per gli uomini. In spiaggia ci si sente più liberi, ed autorizzati a comportamenti che altrove sarebbero giudicati sconvenienti. Non approfittatene e fate un piccolo esame di coscienza se decidete di indossare un costume poco adatto alla vostra persona, prima ancora che alle circostanze. Il sole, il mare, l’aria salubre e la lontananza dalle preoccupazioni cittadine, vi invogliamo ad essere più disinvolti. Ad  osare di più nell’abbigliamento. Talvolta, ad essere trasgressivi.

Bandane, pareo, micro slip vengono ostentati senza  badare ai chili di troppo, a pance prominenti e antiestetici rotolini. Non mancano gli esempi “in alto loco”. Per i Vip è un atteggiamento, un modo per farsi notare. Per tutti gli altri, solo una caduta di stile. Lontani dalla spiaggia, il boxer è un capo che può essere tollerato per passeggiare o correre sul lungomare, non per andare al ristorante nelle ore serali. Fatta la doccia, spalmato il corpo con  creme e unguenti, si ritorna alla “normalità” anche nel modo di vestire. Camicia - bianca, per esaltare l’abbronzatura -, calze, scarpe e pantaloni lunghi. Per le cene eleganti, l’abito  fresco. Da scartare, troppo cafonal, catene e bracciali d’oro. Con i tempi che corrono,  un pericoloso incentivo per ladri e malintenzionati.  

Marziano Magliola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore