/ CRONACA

CRONACA | 21 giugno 2019, 12:00

Lavoro in nero: sette persone sconosciute al fisco scoperte in un cantiere edile in centro Biella

Il controllo dei carabinieri del Nil insieme all'ispettorato del lavoro ha permesso di scoprire il fatto. Pesanti multe ai due amministratori delle società. Sei sono extracomunitari.

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Sono sette le persone, sei delle quali extracomunitarie, gli uomini trovati al lavoro in un cantiere in centro città, completamente sconosciute al fisco. Per questo sono stati denunciati i due amministratori delle imprese edili, entrambe con sede fuori provincia e obbligati a pagare cospicue somme di denaro oltre a regolarizzare i contratti di lavoro. Il controllo è stato effettuato dai carabinieri del Nil coadiuvato dai dipendenti dell'ispettorato del lavoro (Inps), nella giornata del 19 giugno. Su sette "dipendenti" trovati al lavoro, tutti sono risultati "in nero": sei sono extracomunitari e uno è straniero comunitario. Entrambi gli amministratori sono stati denunciati anche per la violazione in materia di sicurezza. Il primo impresario dovrà pagare 7.368 euro di ammenda oltre a 11.000 euro per le sanzioni amministrative. Il secondo 1.128 e 1500 euro. Sono state avviate d'ufficio le procedure per la regolarizzazione di tutti i lavoratori.  

f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore