/ POLITICA

POLITICA | 19 giugno 2019, 15:44

Gabriella Maffei: "Ho la sensazione di essere stata usata solo per portare voti alla lista Valdilana Insieme"

Lettera aperta di Gabriella Maffei ai cittadini, rinunciataria alla carica di consigliere comunale a Valdilana

Gabriella Maffei: "Ho la sensazione di essere stata usata solo per portare voti alla lista Valdilana Insieme"

Riceviamo e pubblichiamo:

"Con la presente, vorrei chiarire le motivazioni che mi hanno spinto a dare le dimissioni da Consigliere comunale, dopo le elezioni di Valdilana del 26 maggio 2019. Mi ero presentata, come candidata, allo scopo di dare continuità alla mia attività di Assessore alla Cultura del nuovo comune, come avevo già fatto nell’ex comune di Trivero. Se non fosse stato così, non avrei mai accettato la richiesta di partecipare alle elezioni. I numerosi consensi che ho ricevuto (sono stata la candidata che ha riscosso il maggior numero di preferenze), hanno contribuito in maniera significativa alla vittoria elettorale, ma, nonostante ciò, il Sindaco mi ha escluso dalla Giunta Comunale e ha privilegiato altri candidati, che hanno ricevuto molte meno preferenze di me. La mia esclusione non dipende quindi dalla mia volontà, come qualcuno ha lasciato intendere, ma da scelte politiche fatte senza tener in nessuna considerazione la volontà degli elettori".

"Sono molto amareggiata, perché ho la sensazione di essere stata usata solo per portare voti alla lista Valdilana Insieme. Come Assessore alla Cultura nell’ultima Amministrazione triverese, in collaborazione con le Associazioni culturali, ho contribuito a realizzare importanti eventi come la riapertura, dopo 50 anni, del Cinema Giletti, il Festival dell’Eresia, la Biennale d’Arte, concerti musicali e altri eventi culturali di altissima qualità, che hanno portato a Trivero migliaia di persone. E’ profondamente scoraggiante che non mi sia stata data la possibilità di continuare il mio lavoro, in qualità di assessore, per proseguire questi progetti, che avevo fortemente voluto e che era mia intenzione sviluppare ed estendere su tutto il territorio del nuovo comune. Non era per me accettabile nessun’altra proposta, come ho sempre manifestato. Non condividendo le scelte fatte, ho preferito rassegnare le dimissioni".

"Voglio ringraziare tutti i miei elettori, verso cui mi sentirò sempre in debito per non aver potuto realizzare i loro propositi. Ringrazio le Associazioni culturali triveresi e i dipendenti comunali, che in questi anni hanno collaborato con me. Sempre a disposizione per ogni necessità, sono sicura che i cittadini sapranno comprendere questa mia difficile decisione".

Gabriella Maffei

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore