/ ECONOMIA

ECONOMIA | 12 giugno 2019, 07:00

Crisi Brandamour: depositato in tribunale il ricorso per un concordato preventivo con riserva

"Si allungano i pagamenti. Purtroppo in Italia dipendiamo dalla burocrazia, sempre lunga rispetto alle esigenze delle persone" commenta la segretaria Biella e Vercelli della Uiltec, Alessandra Ranghetti.

Crisi Brandamour: depositato in tribunale il ricorso per un concordato preventivo con riserva

Venerdì 8 giugno è stato depositato in tribunale a Biella il ricorso per un concordato preventivo con riserva da parte della Brandamour. A breve si terrà un incontro con le organizzazioni sindacali per capire alcuni dettagli importanti. Intanto una ventina di dipendenti hanno trovato occupazione provvisoria ma con possibilità future. Per il resto delle maestranze dell'azienda di Valle Mosso (Valdilana) prosegue l'attesa di ricevere la cassa integrazione straordinaria. I sindacati, a giorni, verificheranno l'esatta posizione della pratica negli uffici di Roma. Sul fronte solidarietà continuano i versamenti da parte delle aziende e il 4 giugno sono state distribuite altre tessere da 50 euro di buoni spesa da utilizzare al supermercato Conad, azienda con la quale è in atto la convenzione. 

"Come già detto -commenta Alessandra Ranghetti della Uiltec- stiamo cercando di tutelare il più possibile i lavoratori monitorando quotidianamente l'evolversi della situazione. Andando verso una procedura concorsuale va da se che i tempi per i lavoratori si allunghino per il pagamento delle retribuzioni del mese di marzo e dei 19 giorni di aprile. Purtroppo in Italia dipendiamo dalla burocrazia, sempre lunga rispetto alle esigenze delle persone". 

Fulvio Feraboli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore