/ AL DIRETTORE

Che tempo fa

Cerca nel web

AL DIRETTORE | 12 giugno 2019, 07:00

L'Opinione di Pietro Brovarone - “La morte di un bimbo”

La violenza brutale di una madre o padre assassino. "Chissà quale atroce sgomento passa negli occhi di quei piccoli".

L'Opinione di Pietro Brovarone - “La morte di un bimbo”

Ci sono immagini che non vedi con gli occhi, ma vedi col cuore. Immagini che ti segnano l'anima come un coltello trafigge la carne.

È il bimbo di 16 mesi, Claudio, buttato nelle acque gelate del Tevere da un padre assassino; è il piccolo Samuele con la testa spaccata dalla violenza brutale di una madre assassina; è il cucciolo d'uomo di 15 mesi annegato nell'acqua limpida dell'Argentario da una madre omicida, o ancora i casi più recenti, legati alla cronaca dell’oggi, dove i bimbi sono in balia della violenza omicida di adulti che hanno perso il senso di cura e protezione verso la carne della loro carne.

È atroce l’immagine mentale di questi delitti, è orrendo ripercorrere con il pensiero i momenti cruciali di un evento brutale contro quel bimbo che si pone nelle mani del suo carnefice con fiducia totale, con quell'atto di amore che è solo dei piccoli. Si affida con gioia e riceve la morte. Chissà quale atroce sgomento passa negli occhi di quei piccoli quando comprendono il loro destino, quale terrore pervade i loro piccoli cuori di bimbi felici, quale spavento mortale paralizza il loro respiro.

Il solo pensiero rivolto agli istanti finali di quelle piccole vite agghiaccia il cuore e blocca il respiro di noi che ci immergiamo a conoscere di quei fatti: vorrei essere li per strappare dalle mani di quegli orchi violenti quei poveri bimbi innocenti, immolati sull'alterare di vite malate, di vite impastate col male, di vite dannate, la cui unica speranza di salvezza è racchiusa nel sacrificio illogico di quel figlio innocente che, ora, vede e prega Dio per i suoi genitori.

Pietro Brovarone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore