/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 07 giugno 2019, 12:31

Patto tra Procura e Soroptimist: a Biella il progetto lavoro per l'inserimento di donne vittime di violenza

Siglata la convenzione negli uffici del tribunale tra il procuratore Camelio e il presidente Bertolone Jones. Sei mesi annui lavorativi retribuiti.

Patto tra Procura e Soroptimist: a Biella il progetto lavoro per l'inserimento di donne vittime di violenza

"Favorire l'inserimento lavorativo a donne vittime della violenza in genere", questa è la convenzione firmata questa mattina negli uffici della Procura di Biella tra il procuratore Teresa Angela Camelio e il presidente del Soroptimist Nicoletta Bertolone Jones alla presenza delle socie del club Carla Tallia Galoppo, Lidia Dupuis e il presidente della "Casa Rifugio" nonchè fondatrice dell'associazione Underground Alessandra Musicò.  

"La convenzione nasce con l'intento di organizzare un service per venire incontro alle necessità della Procura e per reinserimento sociale di donne vittime della violenza -precisa il procuratore di Biella, Camelio-. Abbiamo aperto una porta con poche mail e una telefonata. Credo nella rete e questo caso lo testimonia: non c’è solo Soroptimist ma anche 'Casa Rifugio". Il progetto consiste nel far lavorare una donna, con trascorsi più brutti e il bisogno di tornare in superficie con un lavoro negli uffici della Procura. Per la scelta della persona ci sarà un confronto con tutte le associazioni". 

Si tratta di un service che concede 400 euro mensili compresa un'assicurazione. Il tirocinio prevede 4 ore lavorative per 5 giorni settimanali e ha la durata di sei mesi annui. Esiste anche la possibilità di prolungamento, con soggetti diversi, per altri due anni oltre a questo. "Personalmente ci tenevo fosse fatto a Biella -dice il presidente del club Bertolone Jones-. E' già stato portato a termine a Varese ed è in atto a Cagliari. Il Soroptimist è un'associazione femminile nata in California nel 1921 e la prima attività svolta è stata quella di salvare un bosco di sequoie. Da quel momento è nato il supporto alle donne. In Italia è stato fondato nel 1928 a Milano e attualmente conta oltre 6 mila socie. Uno dei nostri obiettivi è proprio quello di essere un supporto alle donne". 

Fulvio Feraboli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore