/ CRONACA

CRONACA | 24 maggio 2019, 12:37

Rissa tra detenuti in carcere, rinvenuta della droga. Osapp: "Servono maggiori cautele"

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Rissa tra detenuti nel carcere di via dei Tigli. L'episodio è accaduto lo scorso 20 maggio, al 4^ piano a regime aperto, dove sono ristretti detenuti comuni ordinari del Nuovo complesso della Casa Circondariale. Prontamente la Polizia Penitenziaria è intervenuta per riportare, con non poche difficoltà, la situazione alla normalità. Il giorno seguente, in seguito alla rissa, gli agenti hanno effettuato dei controlli per capire le ragioni dell'accaduto: il sospetto è che si tratti di un'attività di spaccio interna al carcere. E le prime conferme sono arrivate poco dopo, quando i poliziotti hanno rinvenuto due panetti di hashish da circa 130 grammi in una delle camere luogo della lite.

A dare notizia è l’O.S.A.P.P. (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) per voce del Segretario Generale Leo Beneduci: "Per l’ennesima volta - dichiara - gli Agenti della Polizia Penitenziaria hanno dimostrato eccellenti capacità professionali nonostante siano costretti a lavorare in condizioni disumane, in completa assenza di mezzi; le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria non hanno neanche la disponibilità di uniformi adeguate al servizio svolto. Il regime delle celle aperte, fatte salve le poche eccezioni, in molti casi ha trasformato alcuni istituti penitenziari in vere e proprie piazze di spaccio dove i detenuti si contendono il controllo interno degli stupefacenti. Auspichiamo che a fronte di fatti così gravi, si adottino maggiori cautele finalizzate alla concessione dei permessi premio". 

bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore