/ CRONACA

CRONACA | 16 maggio 2019, 10:42

Tragedia a Valdilana - E' un 58enne residente a Ronco di Trivero l'uomo colto dal fatale malore

Il fatto è successo sulla strada provinciale 112 a Trivero nel comune di Valdilana, ieri pomeriggio alle 16,15. Il racconto dei soccorritori.

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Aggiornamento delle 10 del 16 maggio - Si chiama Ivano Casali, 58 anni residente a Ronco di Trivero nel comune di Valdilana, l'uomo deceduto per un arresto cardiocircolatorio, ieri alle 16,15 nelle vicinanze del lanificio Ermenegildo Zegna. Il primo a soccorrerlo è stato il comandante della polizia locale di Trivero Massimo Mornarini, in quel momento insieme all'ex sindaco Mario Carli e distante una cinquantina di metri dalla tragedia che si stava consumando. "E' stato un camionista che ci ha avvisati -racconta Mornarini- di un uomo caduto per terra. Siamo accorsi e ho visto subito la gravità del fatto. Ho praticato il massaggio cardiaco in attesa dell'arrivo dei soccorsi. In 6 o 7 minuti è giunta l'ambulanza del 118 che ha caricato il Casali per trasportarlo al pronto soccorso dell'ospedale. In meno di 25 minuti eravamo a Ponderano". Purtroppo però per Ivano Casali non c'è stato più nulla da fare. E' morto durante il tragitto. "Conoscevo Casali -conclude il comandante della polizia locale di Trivero Valdilana- e sono veramente dispiaciuto. Era solito fare queste passeggiate durante le quali lo incontravo spesso. A volte si parla male della nostra sanità ma in questa occasione ha funzionato tutto a dovere". Ivano Casali lascia il fratello residente nel cossatese. 

15 maggio - Sono risultati inutili i soccorsi dei medici dell'ambulanza del 118, per il 58enne colto da malore a Trivero nel comune di Valdilana. E' successo oggi pomeriggio sulla strada provinciale 112. Lo sventurato è giunto ormai privo di vita al pronto soccorso dell'ospedale. Al momento non si conoscono le generalità dell'uomo. 

f.f.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore