/ Circondario

Circondario | 15 maggio 2019, 18:14

Un nuovo pullmino per la Casa dell’Autismo di Candelo

Un nuovo pullmino per la Casa dell’Autismo di Candelo

Presso la Casa dell’autismo di Candelo, sabato 4 maggio il Past Governor Distretto Rotary 2031 Mario Quirico con l’attuale  Governatore Antonietta Fenoglio, il Governatore designato Michelangelo De Biasio  i Presidenti con  i soci dei Rotary Club di Biella, Viverone Lago e Vallemosso, il Presidente dell’ANGSA  Roberto Bertola con  la direttrice Laura Ughetto e molti  componenti dell’Associazione unitamente alla Presidente della Domus Letiziae Federica Collinetti, hanno festeggiato la conclusione del PROGETTO L’AUTISMO SI MUOVE.

Grazie alla decisione del  Past Governor Quirico  del Distretto  Rotary 2031   di  devolvere una cospicua  somma dell’ avanzo di gestione del suo anno rotariano per un Progetto sul territorio biellese, i Presidenti dell’anno rotariano 2017-2018  Maria Gabriella Zignone, Maria Ruggieri e Mario Castelli dei rispettivi RC Biella, Viverone Lago e Vallemosso,  con la collaborazione del  socio del RC Viverone Lago Alberto Fiorina, già Presidente ANGSA e con la direzione della Casa dell’autismo, hanno promosso  l’ acquisto di un pulmino Peugeot Traveller  9 posti, per la gestione della mobilità degli ospiti della Casa dell’Autismo.

E’ dal lontano  2006 che il Biellese risponde concretamente ai bisogni dei soggetti autistici e delle loro famiglie, quando  la Domus Laetitiae avviò una prima sperimentazione prendendo in carico  5 bambini con autismo, segnalati dal Servizio di Neuropsichiatria di Biella ;  in pochi anni il progetto  ha accolto un numero sempre crescente di famiglie con  bambini o ragazzi autistici.     

Dalle  famiglie con soggetti autistici nacque poi l’idea di dar vita ad  un’ Associazione che, a livello locale, potesse supportare la Cooperativa nelle  attività rivolte a persone con autismo e   creare occasioni di scambio e confronto per affrontare al meglio le difficoltà e le sfide quotidiane.

Nel 2007 nacque così la sezione di Biella dell’Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici (ANGSA Biella) in  partnership con la Domus Laetitiae. La collaborazione tra le due realtà ha visto la creazione di un protocollo di intesa e di un servizio educativo specialistico rivolto a persone con autismo. Il 14 settembre 2013 è stata inaugurata, nel comune di Candelo, la nuova sede del Progetto, “La Casa per l’Autismo”, un luogo creato ad hoc, stabile, facilmente identificabile  e quindi  ben riconosciuto all’interno del tessuto locale.

Nello specifico, da un’iniziale presa in carico educativa di circa 5 minori si è arrivati al 2018 a seguire circa 80 persone così caratterizzate: 24 bambini età 0-6; 18 bambini in età da scuola elementare; 10 ragazzi in età da scuola media; 12 ragazzi in età da scuola superiore; 16 ragazzi che hanno concluso il ciclo scolastico.

 

La sede di Candelo rappresenta a livello territoriale e piemontese una delle più innovative risposte in termini di specificità, differenziazione e tipologia di interventi educativi. Unitamente al lavoro con i familiari, sono stati attivati gruppi di Auto Mutuo Aiuto, di Couseling educativo e di supporto psicologico per i genitori e per i fratelli.

L’ambito degli interventi delle persone riconducibili a tratti autistici in questi anni di attività è costantemente cresciuto e la “Casa dell’Autismo” oggi riconosciuta come una vera eccellenza ,  accoglie persone provenienti anche dai  territori di  Gattinara, Vercelli, Ivrea.

L’”Autismo si muove” identifica un Progetto grazie al  quale  le attività che vengono svolte a “La casa ” non sono circoscritte a quelle mura , ma si estendono al territorio, direttamente nelle famiglie,  qualora impossibilitate al trasporto dei ragazzi presso il Centro o nei luoghi ove le attività possono svolgersi .   

Il pulmino permetterà quindi di mantenere e incrementare le attività di consulenza psico-educative erogandole  direttamente nel contesto di vita del bambino/ragazzo come ad esempio la  scuola, il domicilio, i centri estivi, i laboratori occupazionali e consentirà  le attività di formazione svolte dagli operatori  anche fuori provincia. Le tante azioni sopra esplicitate costituiscono quindi un vero un ponte tra “La casa”  e il Territorio,  in un’ottica inclusiva e di partecipazione attiva.

Così , il  4 maggio, alla presenza del Sindaco di Candelo Mariella Biollino e del parroco Don Barbera che ha benedetto l’automezzo, con tanti amici presenti in un clima di gioia e amicizia, il Distretto  Rotary 2031 ed i Rotary Club di Biella, Vallemosso e Viverone Lago  unitamente ad  ANGSA e Domus Letiziae,  hanno così consegnato  il  bellissimo pulmino con tanto di Logo Rotary ed Angsa,  alla Casa dell’Autismo di Candelo.

Comunicato Stampa - bb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore