/ SPORT

SPORT | 14 maggio 2019, 11:58

Taekwondo: Nuove vittorie a Riccione per la New Generation

new generation

Nel week end dell’11 e del 12 maggio si è svolto l’open internazionale di Taekwondo a Riccione, gara di combattimento con quasi 1.500 iscritti, oltre 150 società partecipanti provenienti da 6 nazioni e 20 regioni italiane. Questa gara è considerata una delle competizioni più entusiasmanti sul panorama italiano per qualità dell’organizzazione e la qualità tecnica dei partecipanti, di alto livello. La New Generation ha partecipato al suo terzo anno consecutivo con 6 atleti in gara accompagnati dal tecnico Stefano Moi e rappresenta l’ultima gara della stagione per il settore agonistico della società.

Nella prima giornata dedicata ai più giovani ha gareggiato Omayma Ez Zaraoiu di Roasio, categorie cadetti A cinture gialle-verdi, che ha guadagnato il primo posto con due incontri vinti. Nella seconda giornata di gara la biellese Alessandra Coda (categoria senior cinture rosse) si è piazzata al secondo posto guadagnando l’argento dopo due incontri vinti, il primo con un distacco di punti importante (20 a 4); sempre nella categoria senior ma cinture nere ha gareggiato Ilaria Pastori (bronzo al Trofeo Daedo di Bari) in una categoria molto impegnativa composta da atlete di esperienza, non ha passato il primo turno purtroppo anche a causa di un infortunio e conferma comunque determinazione e crescita continua in questa categoria molto difficile.

Tra gli junior hanno gareggiato nella categoria cinture rosse  i cossatesi Enea Umilio (oro nell’ultima gara a Savona) e Samuele Giardina, entrambi non sono riusciti ad arrivare in semifinale ma hanno comunque gestito nel migliore dei modi la gara confermando le loro qualità tecniche e tattiche. Tra gli junior cinture blu ha gareggiato infine la biellese Annalisa Lupano, la più giovane del gruppo di domenica, che non è riuscita a passare le eliminatorie portando comunque a termine il suo incontro contro una delle avversarie più anziane ed esperte della sua categoria.

Il commento del tecnico Stefano Moi: “L’open di Riccione è una delle competizioni più belle dell’anno, sono molto contento che i nostri ragazzi abbiano partecipato. Torniamo con delle belle soddisfazioni, il primo oro di Omayma in una competizione molto difficile e una meritata medaglia d’argento per Alessandra, queste sono le medaglie ma come sempre la nostra analisi va oltre ai risultati e a nome della nostra società faccio i complimenti a tutti i ragazzi che hanno partecipato e che con tenacia e determinazione per tutto l’anno non si sono mai tirati indietro nonostante infortuni e cambi di categoria impegnativi. Sono molto fiero di loro e ringrazio le famiglie per il continuo supporto dato ai ragazzi e alla nostra società”.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore