/ Circondario

Circondario | 14 maggio 2019, 12:26

#BielleseAlVoto - “Insieme per Vigliano”, il welfare generativo al centro delle politiche sociali

pirali

Il gruppo "Insieme per Vigliano"

Le politiche sociali e la tutela delle fasce deboli sono un altro tassello importante del programma stilato dal gruppo “Insieme per Vigliano”. Ecco gli obiettivi sui quali la lista guidata da Gionata Pirali vuole puntare:

1. Creazione all’interno della casa di riposo di un centro diurno convenzionato con l’A.s.l. che permetta alle persone anziane parzialmente autosufficienti la frequentazione di un luogo in cui poter ricevere un certo grado di assistenza senza necessariamente abbandonare la propria abitazione. Compito dell’amministrazione sarà quello di incentivare il convenzionamento con A.s.l. della struttura semiresidenziale. Altro obiettivo sarà quello di prevedere tariffe agevolate per i cittadini in possesso di un ISEE al di sotto della soglia di povertà.

2. Ci occuperemo del censimento delle barriere architettoniche presenti ancora sul territorio e negli edifici pubblici, creando un tavolo di lavoro tra i tecnici del comune e i rappresentanti delle associazioni a sostegno della disabilità: l’obiettivo sarà quello di rimuovere o adeguare la totalità degli ostacoli rilevati.

3. Progetto “Albo baby-sitter”: elenco delle persone che hanno frequentato un corso di formazione organizzato dall’amministrazione, che preveda un tirocinio da svolgere presso le strutture educative del Comune e che abbiano altresì ottenuto un esito positivo all’esame di idoneità. Le famiglie potranno accedere all’albo per cercare baby-sitter qualificate.

4. Progetto di “Welfare generativo”: il progetto dovrà prevedere un protocollo d’intenti tra Comune, Cissabo ed i soggetti del terzo settore per costruire una rete di collaborazione. Le persone disoccupate che si trovano in difficoltà economica, qualora ricevano un contributo da parte dei servizi socio assistenziali, verranno coinvolti, previo loro disponibilità, in lavori di pubblica utilità nei confronti di persone in stato di necessità o all’interno di associazioni di volontariato presenti sul territorio.

5. Progetto “Bosco in collina”: in accordo con la Protezione Civile e la Guardia Forestale, individuare i lotti di bosco comunali incolti in cui è necessario un intervento di pulizia. Le persone che ne faranno richiesta potranno raccogliere la legna secca da destinarsi ad uso privato senza scopo di lucro.

6. Progetto “Orti comunali”: l’intenzione è quella di riproporre il progetto abbandonato negli ultimi anni, per consentire ai Viglianesi di coltivare ortaggi o frutta. Coltivare un orto in città non è solo un utile divertimento o un piacevole risparmio, è un’attività sociale ed educativa che coinvolge tutti nella cura del verde, migliorando la qualità degli spazi pubblici e dell’ambiente, genera un rapporto positivo e di collaborazione tra i cittadini ed il Comune. Questa attività sarà in diretta connessione con il progetto del "mercato contadino" trattato precedentemente. Eliminazione del vincolo di età e apertura alla domanda di assegnazione anche alle persone più giovani in situazione di disagio economico.

7. Migliore monitoraggio della qualità del servizio erogato agli ospiti dalla casa di riposo Comotto da parte dell’attuale ente gestore.

8. Revisione delle fasce d’accesso al servizio mensa scolastica per coloro che si trovano al di sotto della soglia di povertà.

Messaggio politico elettorale

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore