Elezioni Comune di Biella

 / Circondario

Che tempo fa

Cerca nel web

Circondario | 20 aprile 2019, 12:16

Vigliano: Proiezione con musica dal vivo, ricordi ed emozioni all’Erios per la Pettina

Vigliano: Proiezione con musica dal vivo, ricordi ed emozioni all’Erios per la Pettina

Un pubblico numeroso – circa 280 persone - ha seguito la proiezione del film sulla Pettinatura Italiana di Vigliano Biellese, la scorsa domenica 14 aprile al teatro Erios. Il documentario è stato introdotto da Franco Macchieraldo, autore del volume “La Pettina. La storia, le genti”, che ha direttamente seguito la digitalizzazione della pellicola in 35 mm, ritrovata nell’Archivio della Pettinatura stessa grazie all’interessamento di Aldo Antonio Bombelli. 

Macchieraldo, il cui intenso lavoro di studio sull’archivio si è sviluppato per un triennio, ha collocato la pellicola “tra efficientismo e propaganda”, come recita il titolo del paragrafo ad essa dedicato nel libro: una pellicola che nasce con un chiaro ed efficace intento promozionale alla fine degli anni Trenta, magnificando la grandezza di un opificio nel quale, in piena autarchia fascista, si lavorano le fibre del rayon e del lanital oltre alla più classica, antica e nobile lana. Dalle atmosfere bucoliche di un gregge di pecore al pascolo, il film passa all’illustrazione dei luoghi della fabbrica, con riprese realizzate da un veicolo in movimento: dai cortili, ai magazzini, agli ambienti in cui la lana viene trattata manualmente e meccanicamente nei vari passaggi che portano al tops, il nastro di fibra tessile pronto per le ulteriori fasi di lavorazione per cui l’industria tessile locale è divenuta famosa nel mondo.

La grandezza della Pettinatura emerge nel film, attraverso l’amplificazione dell’efficienza delle macchine, della pulizia degli ambienti, del rigore e dell’organizzazione di spazi e momenti. Ma anche della capacità di questa grande industria di occuparsi in toto della vita dei propri operai: in fabbrica, anche con ambulatori medici e mense adeguate ed accoglienti; nel tempo libero con varie attività ludiche. Particolarmente divertenti sono i momenti, certamente organizzati ad hoc per le riprese, in cui le squadre del tiro alla fune, del dopolavoro del Circolo ALPI Erios, si fronteggiano, ed i tiri in porta della formazione di calcio. A seguire, un secondo filmato, sempre del medesimo archivio, e del medesimo periodo, propone una colonia Fiat per i figli dei dipendenti, ripresa dal viaggio da Torino a Salice d’Ulzio. La vita quotidiana dei bambini, di età scolare, trascorre fra attività ludiche, pasti e passeggiate. Bambini che, in questo filmato come nel precedente, costituiscono un efficace mezzo per manifestare incondizionato apprezzamento al regime.

Accompagnato durante la visione dalla contestualizzazione storica del relatore, che ha guidato alla piena comprensione delle immagini, il pubblico è stato avvolto in un’atmosfera di reale e quasi palpabile partecipazione emotiva a quella storia, a quei ricordi per molti parte, in qualche modo, del vissuto familiare. A conferire un ulteriore elemento di fascino, caricando la serata di rimandi al passato e di commozione, è stata la musica del pianista Mario Zara, il cui indiscutibile talento ha accompagnato tutta la proiezione con una capacità di improvvisazione tanto naturale quanto sorprendente, adeguando di volta in volta le melodie ed i ritmi alle immagini. Immerso completamente in quel passato, in cui l’accompagnamento musicale dal vivo era spesso elemento vivo e presente della storia che sullo schermo si sviluppava, il pubblico ha applaudito a lungo la proiezione, concludendosi così in bellezza il progetto di studio sull’Archivio della Pettinatura. Un progetto che, si auspica, possa avere altri ed ulteriori sviluppi dato l’enorme interesse che si desta ogni volta che un tassello di questo mosaico si va a svelare.

Comunicato Stampa Comune di Vigliano - bb

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore