/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | 14 aprile 2019, 16:19

#BielleseAlVoto – La lista Vivi Sagliano svela i nomi dei candidati

lista sagliano

Dopo l’annuncio dello scorso mese, la lista civica Vivi Sagliano ha svelato la composizione della compagine che, alle prossime elezioni del 26 maggio, sosterrà per la carica di sindaco del comune di Sagliano Micca Andrea Antoniotti.

La lista, che rappresenta la continuità dell’amministrazione in carica, si presenta ampiamente rinnovata ed è composta da 10 persone di età compresa fra i 25 ed i 57 anni con diverse esperienze e competenze. Ne fanno parte: Mauro Antoniotti (analista software e assessore uscente), Mauro Barbisio (impiegato della pubblica amministrazione), Guglielmo Beltrami (consulente energetico), Daniele Ferraro Fornera (cuoco), Luca Forgnone (bancario e già componente dello staff del sindaco uscente Patrick Forgnone), Marco Gallo (agente di vendita), Elisa Porrello (consulente addetta vendite), Enrico Prina Mello (impiegato tecnico e consigliere comunale uscente), Davide Raniero (libero professionista e consigliere comunale uscente) e Michela Vannucci (manager del turismo).

“Il programma, in corso di completamento, verrà divulgato nelle prossime settimane – spiegano - Conterrà proposte ed iniziative per una amministrazione aperta, opere pubbliche, infrastrutture e sicurezza, politiche sociali e di volontariato, scuola, politiche ambientali, giovanili e commerciali, zone di incontro, cultura e promozione del territorio, associazioni, sport, nuove tecnologie”.

“Il motto evidenzia l’obiettivo principale di rendere ancor più vivibile ed appetibile la realtà del comune all’imbocco della Valle del Cervo – proseguono - pur la con la sobrietà e la concretezza del territorio biellese per cui nei manifesti affissi in questi giorni compare l’indicazione Insieme, un passo alla volta”.

Parallelamente alla realizzazione del proprio programma il gruppo intende avviare con le amministrazioni dei comuni confinanti un confronto ed una valutazione approfondita dei vantaggi, delle conseguenze e anche delle difficoltà dell’ipotesi di convergenza in un'unica entità amministrativa (nota come fusione dei comuni) “convinti che solo con l’unione delle forze e delle risorse disponibili sia possibile fornire ai cittadini servizi capillari e di qualità e favorire l’emergere di idee e progetti rilevanti utili per il territorio” concludono.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore