/ CRONACA

CRONACA | 12 aprile 2019, 11:27

Colpito in viso da una bottiglia in vetro per una sigaretta negata, i carabinieri denunciano un giovane

Fondamentali sono state le dichiarazioni della giovane amica 25enne che era in sua compagnia a fronte dell'assenza di telecamere di video sorveglianza e frammenti di vetro in zona.

Foto di repertorio

Foto di repertorio

I carabinieri a seguito di un'indagine aperta il 4 aprile hanno individuato e denunciato l'aggressore del 27enne di Cavaglià, colpito al volto con una bottiglia di birra Moretti alla'ngolo tra via Crosa e via Palazzo di Giustizia a Biella, alle 15. Fondamentali sono state le dichiarazioni della giovane amica 25enne che era in sua compagnia a fronte dell'assenza di telecamere di video sorveglianza e frammenti di vetro, nella zona. Si tratta di E.Y. di 20 anni, residente a Occhieppo Inferiore, cittadino italiano ma nativo del Marocco, pregiudicato per reati contro la persona. Il giovane è stato riconosciuto dalla ragazza con certezza, ora dovrà rispondere del reato di lesioni personali gravi per futili motivi e uso di arma impropria. Il 20enne è stato anche denunciato per porto abusivo di oggetto atto ad offendere. 

COSA ERA SUCCESSO IL POMERIGGIO DEL 4 APRILE. E' stato colpito al volto con una bottiglia per aver risposto negativamente alla richiesta di una sigaretta. Sarebbe questa la dinamica di un episodio accaduto intorno alle 15 del pomeriggio del 4 aprile, all'angolo tra via Crosa e via Palazzo di Giustizia a Biella. Vittima dell'aggressione un 27enne di Cavaglià, che in quel momento era in compagnia di un'amica di 25 anni residente a Biella. Il giovane, che perdeva sangue in maniera copiosa, è stato trasportato in ospedale per le cure del caso. La prognosi emessa dai medici del pronto soccorso del nosocomio di Ponderano è stata di un minimo di 15 giorni.

f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore