/ Circondario

Circondario | 12 aprile 2019, 09:48

La storia di Gaglianico in un libro di Claudia Ghiraldello

La storia di Gaglianico in un libro di Claudia Ghiraldello

Questa sera alle 21 nell’auditorium comunale di Gaglianico si terrà la presentazione del libro “A Gaglianico un fantasma ed un antico catasto per una storia di altri tempi” a cura della dottoressa Claudia Ghiraldello. “Sono molto contento che questa amministrazione sia riuscita a realizzare questo libro sulla storia di Gaglianico - commenta il sindaco Paolo Maggia - sono certo possa essere un prezioso volume da leggere e conservare poiché è fondamentale conoscere le proprie radici ed importante è sapere come il passato ha plasmato il presente, questa consapevolezza, serve a tutti noi per guardare in maniera continuativa al domani ringrazio di cuore l’autrice dottoressa Claudia Ghirardello, per la professionalità e la passione profusa in questa importante opera; un ringraziamento particolare va alla ditta Ilario Ormezzano SAI che, sempre attenta alle esigenze del territorio, ha voluto patrocinare la stampa di questo volume, così come la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella che con lungimiranza finanzia progetti culturali legati alla storia del Biellese e alla Tipografia Botalla”.

Il libro

Questo libro si compone di tre sezioni. Nella prima il fantasma di Bernardino Cridis, personaggio vissuto in epoca cinquecentesca alla corte del terribile Filiberto Ferrero Fieschi, prenderà per mano il lettore e lo porterà indietro nel tempo raccontandogli fatti relativi alla storia di Gaglianico. Il testo è rivolto anche ad un pubblico in età scolare e viene intervallato da schede di approfondimento le quali, di carattere storico-artistico, trattano argomenti più specifici, destinati agli addetti ai lavori. Il racconto prende le mosse dall'oratorio di San Rocco, ma il testo tratta anche di altri luoghi interessanti tra cui  la chiesa parrocchiale, il castello, la ormai perduta cappella di Santa Croce. La seconda sezione del libro ruota attorno al felice recupero del catasto di tale luogo promosso da Casa Savoia nel 1622. 

L'autrice lo ha trascritto interamente sottolineandone  la raffinatezza grafica di composizione. Si tratta, dunque, di un significativo momento per tutta la comunità che ritrova un prezioso documento a testimonianza del proprio passato. Oltre a trascrivere il contenuto di tale catasto, per un'individuazione delle regioni ivi indicate  l'autrice ha voluto inserire nel lavoro la riproduzione, ovviamente ridotta, della grande mappa del catasto napoleonico eseguito nel 1809, nonché  la trascrizione delle regioni ricavate dalla lettura del relativo sommarione. Questo libro contiene poi documenti relativi alla parrocchia gaglianichese rinvenuti all'Archivio Arcivescovile di Vercelli e documenti inerenti alla figura di Carlo Trossi rintracciati all'Archivio Notarile di Biella.

Comunicato Stampa Comune di Gaglianico - bb

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore