Elezioni Comune di Biella

 / Benessere e Salute

Che tempo fa

Cerca nel web

Benessere e Salute | 11 aprile 2019, 08:00

"E state in forma", i consigli nutrizionali per la pelle di BeautyMed

Lo Studio Medico Estetico del Dottor Domenico Paris, in collaborazione con la biologa e nutrizionista Paola Lemasson, presenta il vademecum per arrivare in salute alla bella stagione e godersi il sole. Prima regola assumere vitamine

Foto Beautymed

Foto Beautymed

Quando arriva l’estate, e le giornate si allungano e sono più calde, è naturale  la voglia di mettersi al sole. Finalmente ci si rilassa dopo un anno di lavoro e stress accumulato, ed, in quel momento, il corpo ha l’opportunità di rigenerarsi. Proprio la cute, essendo un apparato organico complesso e dinamico, mette in relazione l'organismo con il mondo esterno.

Tra le tante funzioni esplica anche quella di protezione contro gli agenti radianti rappresentati per lo più dai raggi ultravioletti del sole, attraverso la produzione di melanina, secondo il processo di melanogenesi svolto dai melanociti. La melanina conferisce alla pelle una pigmentazione cutanea e quindi l’abbronzatura. A tal fine concorrono anche l’integrità dello strato corneo, che disperde e riflette le radiazioni, e infine la presenza nell’epidermide di una particolare sostanza di origine amminoacidica detta acido urocanico, che assorbe i raggi ultra violetti. Gran parte degli UV vengono riflessi dallo strato corneo e solo una piccola parte arriva negli strati cutanei più profondi. 

Tutti siamo quotidianamente esposti a una certa dose di radiazioni ultraviolette. È importante prendere semplici precauzioni prima di esporsi al sole, in modo da evitare problemi come eritemi, pelle secca, foto invecchiamento dato dalla graduale perdita di elasticità della pelle. 

In primo luogo, preparare la pelle, utilizzando, almeno due volte a settimana,  un detergente granuloso (scrub) per il viso ed uno per il corpo, in modo da eliminare tutte le cellule morte e le tossine accumulate durante l’inverno.

Inoltre, occorre evitate le scottature. L’esposizione al sole dovrebbe essere graduale, iniziando un poco per volta e aumentando pian piano la durata, evitando  gli orari più caldi, ed utilizzando creme solari contenenti filtri di protezione scelti in base al  fototipo cutaneo, perché le melanine sono di colore diverso, giallo-bruno o bruno-nero: si  distinguono Eumelanina (pigmento scuro), Feomelanina (colori meno forti), Tricrocromo (capelli rossicci dell’uomo). È necessario applicare una quantità abbondante di crema su tutto il corpo, più volte durante le ore di esposizione al sole. Dopo l’esposizione idratare la pelle con creme nutrienti e lenitive. Infine, limitare la comparsa di rughe e macchie solari: prima di uscire di casa la mattina utilizzare una crema idratante per il viso, che contenga un fattore di protezione all’interno.

Un'abbronzatura invidiabile è strettamente legata al cibo sano, che aiuta  il corpo a prepararsi per l’esposizione ai raggi solari,  senza rischiare  scottature. È preferibile consumare cibi leggeri, ricchi di vitamine e sali minerali, che aiutino a stimolare la sintesi di melanina, ad avere un’abbronzatura omogenea e luminosa,  e combattere l’invecchiamento cutaneo. È risaputo di quanto la dieta possa influenzare l'aspetto della pelle, ma anche di quanto ne influenzi la struttura interna. Un'alimentazione sana, equilibrata e corretta durante l'estate è importante non solo per ottenere un'ottima abbronzatura, ma anche per fornire alla cute le sostanze necessarie per difendersi dalle aggressioni dei raggi UV. 

Come ogni organo, anche la pelle può essere trattata bene in modo da evitare l’invecchiamento precoce e inestetismi: Occorre impegnarsi  fin da giovani, e ricordare sempre che non è pensabile curare la pelle senza prendersi cura del corpo nella sua totalità, e senza uno stile di vita che preveda alimentazione equilibrata, attività fisica regolare, sonno ristoratore, esposizione al sole adeguata, niente fumo e pochissimo alcol.

In tema di nutrizione e medicina estetica, da oggi, e per cinque settimane, Newsbiella ospita lo Studio Beautymed del Dottor Domenico Paris, il quale, in collaborazione la Dottoressa Paola Lemasson, biologa e nutrizionista, presenta un vademecum di cinque regole da osservare durante l'estate. 

La prima è quella di assumere vitamine per nutrire e difendere la pelle. L’alimentazione corretta deve essere varia ed equilibrata per difendersi, in primis, dai “radicali liberi”. I radicali liberi sono i veri “killer della pelle”, danneggiano le cellule (stress ossidativo) e i costituenti principali della pelle (collagene ed elastina), con conseguente perdita dell’elasticità, collasso dei tessuti connettivi e formazione di rughe e invecchiamento precoce.

L’organismo riesce solo in parte a difendersi dall’attacco dei radicali liberi attraverso i sistemi anti-ossidativi che, con il passare del tempo, si fanno meno efficaci. È quindi fondamentale integrare la dieta con alimenti naturalmente ricchi di antiossidanti, contenuti soprattutto in frutta, verdura, oli vegetali, latte, che contrastano l’invecchiamento del tessuto epiteliale, permettendo di mantenere la pelle liscia e morbida, ed evitando che si secchi e si irriti più del dovuto. 

Le vitamine sono  antiossidanti importanti per la nostra pelle. 

La vitamina C è l’antiossidante presente in maggiori concentrazioni nel nostro corpo. Per quanto riguarda la pelle, svolge un ruolo fondamentale nella crescita e nella riparazione dei tessuti, ed un’azione protettiva dai dannosi effetti dell'inquinamento atmosferico e dalla foto-ossidazione dovuta ai raggi ultravioletti. La vitamina C è coinvolta anche nella sintesi del collagene, importante proteina presente nel sottocute, la cui riduzione comporta la comparsa di rughe e rilassamento cutaneo.  La frutta e la verdura con maggior concentrazione di vitamina C sono kiwi, fragole, agrumi, melone, peperoni gialli e rossi, e vegetali a foglia verde come asparagi, broccoli, spinaci, basilico ed erbe aromatiche. La contengono anche due ingredienti fondamentali della cucina italiana: il basilico e il pomodoro, quest’ultimo in particolare apporta anche licopene, un potente antiossidante che protegge la pelle dai danni da foto-esposizione. La vitamina C è una vitamina idrosolubile facilmente deperibile in quanto fotosensibile e termosensibile. Per questo è consigliabile che gli alimenti che la contengono siano mangiati crudi e, se spremuti, bevuti subito dopo la spremitura.

La vitamina A è un potente antiossidante in grado di favorire la sintesi dei componenti della pelle che ne mantengono l’integrità, l’elasticità e l’idratazione.  Questa vitamina è presente in uova, latte e derivati come il Grana Padano DOP e nel fegato, mentre il beta-carotene, che ne è il precursore, si trova nei vegetali gialli-arancione e a foglia verde (carote, zucca, melone, broccoli, spinaci, peperoni, zucca, arance, albicocche).

La vitamina E è in grado di contrastare i radicali liberi e di proteggere gli acidi grassi essenziali e la vitamina A dall’ossidazione. L’olio d’oliva extravergine, ricco di vitamina E e grassi monoinsaturi, ha sempre avuto un ruolo fondamentale per il benessere della pelle: già dagli antichi egizi, ai greci e ai romani erano note le sue proprietà emollienti e benefiche, per il potere di calmare arrossamenti, prevenire screpolature e contrastare l'invecchiamento cutaneo. Oltre all’olio d’oliva, ne sono ricchi il germe di grano, gli oli monoseme, la frutta secca a guscio, il pane integrale. Per garantire il fabbisogno giornaliero di vitamina E è buona abitudine condire le verdure con 5 cucchiaini d’olio extra vergine d’oliva (25 grammi) a crudo ogni giorno.

Nel prossimo appuntamento su Newsbiella,  lo Studio di Medicina Estetica BeautyMed del Dottor Domenico Paris (Via della Vittoria 31D, Biella-Chiavazza - tel. 015/3700498 - mail info@salutebenesserebiella.it - sito internet www.bemed.it ) proporrà consigli in materia di acqua per la pelle.

Informazione Pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore