/ SPORT

SPORT | 24 marzo 2019, 07:00

Presentata ufficialmente la Bi Ultra 6.24 Run for Special

Presentata ufficialmente la Bi Ultra 6.24 Run for Special

“Si stanno unendo le forze per portare gli eventi a livello. Biella città dello sport e questa manifestazione darà sicuramente lustro”. Ha aperto così la conferenza stampa di presentazione del Bi Ultra 6.24 Run for Special, l’assessore allo sport Sergio Leone. Un evento in grande stile, unico per Biella. Il 30 e 31 marzo nella location non indifferente dell’Accademia dello sport si svolgerà la gara competitiva classificata come “Nazionali Fidal Bronze”. 

“Parola d’ordine è entusiasmo e questo da noi non manca” precisa Paolo Vialardi del Biella Running. “Siamo convinti nella nostra lucida follia”. Un progetto partito dalla maniera più semplice da due persone che hanno iniziato a parlarsi. È nata così la collaborazione tra Biella Running e Pietro Micca con la voglia di creare qualcosa di importante, sono da subito. Idea sposata dalla federazione che ha poi omologato un percorso da 1000 metri. Fondamentale l’appoggio di istituzioni e società con la partecipazione di realtà importanti sul territorio. Lavorare in sinergia coinvolgendo anche gli Special Olympics, Claudio Piana che organizza da decenni il giro podistico di Pettinengo. Il tutto, a evento terminato, per far andar via da Biella atleti, persone e famiglie con un ricordo più che positivo. 

“Il nostro grazie principale deve andare ai volontari, alla squadra dove si è tutti soldati semplici” precisa Clelia Zola. Fidal e Iuta coinvolte in una gara competitiva tra le più importanti del panorama italiano. Si inizia a lavorare con l'obiettivo di portare a Biella un campionato europeo nel 2022. Il lato politico nel suo complessivo e questo. La Bi Ultra 6.24 verterà su un circuito percorso in senso antiorario che offre, la sera un qualcosa di spettacolare con uno sfondo incredibile sulle nostre montagne. La gara verrà aggiornata in real time con tempi e classifica. Per 24 ore. 

“Collaborando si possono ottenere risultati incredibili, il Bear Wool Volley e trofeo dell’Orso lo testimoniano” precisa il referente Special Olympics, Charlie Cremonte. "Il nostro territorio è predisposto a questo tipo di collaborazione. Entusiasmo e competenza al servizio di eventi importanti dove sinergia e un’altra parola d’ordine, fondamentale per creare l’evento unico e emozionante". Ma non sarà solo corsa, a corredo tanti altri eventi: dall'animazione per bambini ai gruppi musicali che si alterneranno. Un piccolo villaggio sportivo per atleti e famiglie. E tutti coloro che vorranno prendere parte. 

Fulvio Feraboli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore