Elezioni Comune di Biella

 / CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | 23 marzo 2019, 10:59

Venerdì da maglia nera: sei furti messi a segno nel Biellese. A Cavaglià colpo da 20 mila euro

Nel mirino dei ladri anche Magnano, Borriana, Ponderano, Lessona e Pollone. Indagini affidate ai carabinieri.

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Sei furti nella sola giornata di venerdì 22 marzo nella nostra provincia, sempre più martellata dai ladri. Il colpo più grosso è stato messo a segno a Cavaglià nella proprietà Ato2 nella notte. Tagliata la rete di recinzione i malviventi sono entrati nella proprietà riuscendo ad impadronirsi di 8 chilometri di cavi contenenti rame per un danno che supera i 20 mila euro. 

A Magnano, nella mattinata, approfittando dell'assenza della proprietaria 74enne, dopo aver forzato la porta d'ingresso, hanno rovistato tutte le camere e scappando con diversi monili in oro e 1000 euro in denaro contante. L'abitazione è dotata di impianto antifurto ma l'allarme non è scattato. 

A Lessona il proprietario 51enne è rientrato a casa dopo esser stato avvisato dall'allarme scattato alle 22,36. Ha notato una tapparella alzata e la porta d'ingresso aperta. Nel timore di trovarsi faccia a faccia con i malviventi ha immediatamente allertato i carabinieri. Bottino di gioielli e denaro contante ancora da quantificare. 

A Pollone, una 48enne, rientrando a casa ha notato una Mercedes allontanarsi a forte velocità. La donna era uscita di casa alle 20 per far ritorno alle 23. Scassibata una finestra al piano terreno i ladri sono scappati portandosi via, dopo aver messo a soqquadro l'intera abitazione, monili in oro. 

In mattinata, a Borriana in via Rivalta, sempre tramite la forzatura della porta d'ingresso, i malviventi sono entrati nella casa di un 58enne. Danni ancora da quantificare. Stesso modus operandi anche per un alloggio in via per Cerrione a Ponderano. Indagini affidate ai carabinieri. 

f.f.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore