Elezioni Comune di Biella

 / ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | 22 marzo 2019, 19:05

Lanificio Subalpino, trovato l'accordo: cinque gli operai spostati e cinque i licenziamenti

Oggi dopo l'incontro avvenuto negli uffici dell'unione industriale, in azienda a Cerreto Castello l'assemblea dei lavoratori. Gli altri dipendenti rimarranno a Cerreto Castello.

Lanificio Subalpino, trovato l'accordo: cinque gli operai spostati e cinque i licenziamenti

Saranno cinque i licenziamenti al lanificio Subalpino dopo l'avvenuta cessione del 40% delle quote all'Orditura Rosa e Tessitura Rosa mentre entro i prossimi cinque anni si concretizzerà l'acquisizione completa da parte delle due realtà industriali di Occhieppo Inferiore. Questo è emerso dopo l'incontro tra i vertici dell'azienda e le organizzazioni sindacali. Nella giornata di oggi si è tenuta l'assemblea lavoratori dipendenti a margine dell'incontro avvenuto alle 11 negli uffici dell'unione industriale. L'azienda nei giorni scorsi ha avviato la procedura per 10 licenziamenti. L'accordo raggiunto, prevede l'assunzione per quattro dipendenti dalla Tessitura Rosa e uno dalla Orditura Rosa mentre per le altre cinque persone, una delle quali una in età pensionabile, un'uscita incentivata. Per loro, il termine ultimo lavorativo, verrà definito nell'incontro tra sindacati e azienda, in calendario il 28 marzo.

Le cinque persone licenziate dal lanificio Subalpino e assunte nelle due aziende di Occhieppo Inferiore, inizieranno la loro nuova attività, il 1° aprile. Per quanto riguarda il resto dei dipendenti (una quindicina di lavoratori) proseguirà l'attività nella sede di Cerreto Castello. L'azienda, come già comunicato in precedenza, ribadisce il voler tenere separate le tre realtà imprenditoriali. "Il 28 marzo andremo anche a formalizzare il verbale -commenta Alessandra Ranghetti della Uiltec-. Con il buon senso e col dialogo abbiamo trovato la soluzione migliore che la situazione permetteva". 

Fulvio Feraboli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore