Elezioni Comune di Biella

 / ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | 22 marzo 2019, 07:00

Biella manda in pensione le vecchie lampade, dalla prossima settimana impianti sportivi con luci a led

Si parte martedì 26 marzo dal PalaSarselli di Chiavazza. Risparmi per società e amministrazione comunale, stimati da Enerbit, per oltre il 50% delle bollette. L'assessore Sergio Leone puntualizza sulla "sciagurata manovra del Governo".

Biella manda in pensione le vecchie lampade, dalla prossima settimana impianti sportivi con luci a led

Partono le sostituzione di tutti gli impianti luminosi degli impianti sportivi della città. La classica lampada va in pensione per lasciare spazio alla più economica luce a led. Un'opera che costa 150 mila euro all'amministrazione comunale, grazie all'accensione di un mutuo nello scorso 2018, per dotare le palestre e gli impianti sportivi di nuova illuminazione e abbattere così i costi di gestione a carico delle società e dello stesso comune di Biella. Si parte da Chiavazza con il PalaSarselli il 26 e 27 marzo, il 28 sarà il turno della scuola media Costa; il 29 poi si passa a Pavignano alle scuole elementari. La successione continua in città con la palestra Belletti Bona, la scuola media Salvemini, il bocciodromo e le due palestre Marucca. Terminati gli impianti al coperto le opere si sposteranno all'esterno. Luci nuove per il campo sportivo di Cossila San Grato, di via Rappis, strada Barazza e del parco Robinson a Pavignano, delle scuole elementari di piazza XXV aprile a Chiavazza e, infine, dell'Oremo. L'intervento non comprende lo stadio Pozzo-La Marmora la cui spesa è al momento fuori budget. 

 

"Confidavamo di eseguire altre opere ma dovremo dirottarli per la periferia sud -commenta l'assessore ai lavori pubblici, Sergio Leone-. Questo è il frutto della sciagurata manovra del Governo. Il mancato anticipo del 20% si riferisce al bando delle periferie 2016 ma, gravissimo, non ci fa utilizzare i ribassi d'asta, che in questo caso si aggirano in media sul 25%. In pratica ha succhiato un milione dei quattro assegnati. Per coprire opere previste nel bando periferie finanziabili con quei ribassi dovremmo dirottare risorse ottenute con il mutuo comunale sui led. Questi interventi non porteranno soltanto vantaggi per le casse del Comune ma anche per i bilanci delle società sportive che gestiscono gli impianti in convenzione. E che quindi pagano le bollette".

La delibera dei 150 mila euro è stata approvata dalla giunta, nella seduta di lunedì 23 luglio 2018, con l’obiettivo di aumentare il tasso di risparmio energetico che la tecnologia attuale consente. Il calcolo di Enerbit, l’azienda municipalizzata che ha lavorato al riammodernamento dell’illuminazione stradale, parla di possibili risparmi sui consumi, superiori al 50 per cento.

Fulvio Feraboli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore