/ SPORT

SPORT | 20 marzo 2019, 07:30

Grande attesa per l'edizione numero 39 della Biella-Piedicavallo

La gara è in programma domenica 24 marzo sulle strade della Valle Cervo. Si pare da via La Marmora, come sempre.

Grande attesa per l'edizione numero 39 della Biella-Piedicavallo

Edizione numero 39 per la Biella-Piedicavallo, una delle corse su strada storiche del Biellese. Quasi una mezza maratona tutta in salita: 19,2 chilometri di passione con un dislivello di ben 630 metri che gli atleti domenica dovranno completare sotto un atipico sole quasi estivo, se le previsioni meteo che predicono 20 gradi in partenza e 14 all'arrivo verranno confermate. La partenza sarà come di consueto in via La Marmora a Biella (420 mt slm) e l'arrivo sotto l'arco posto all'ingresso di Piedicavallo dove i metri sul livello del mare sono ben 1050. L'organizzazione dell'evento è affidata a Biella Sport Promotion e Gac Pettinengo che anche per questa edizione propongono, agli atleti che non se la sentono di correre il percorso lungo, la Balma-Piedicavallo, evento alla terza edizione su tracciato che percorre l’ultima impegnativa parte di quello della gara “madre” e che mette in palio premi altrettanto importanti: 7 i chilometri di gara per un dislivello di 350 metri. La manifestazione è intitolata alla memoria di Enrico Rizzo, Paolo Bellini e Ismar Pasteris, colonne del podismo biellese del passato, ha il patrocinio dei comuni di Biella, Andorno Micca, Sagliano Micca, Campiglia Cervo, Rosazza e Piedicavallo e si avvale della collaborazione del Corpo Volontari AIB Piemonte, della Pro Loco Pettinengo-Asd1970-Comitato Genitori e degli Alpini del Raggruppamento Valle Cervo-sezione di Biella.      

RITROVO E PARTENZE  

I partecipanti alla Biella a Piedicavallo potranno ritirare il pettorale dalle 7.30 in piazza Vittorio Veneto a Biella, la partenza avverrà a qualche metro di distanza in via La Marmora alle ore 10. Stessi orari per la Balma-Piedicavallo: l'ufficio gare sarà allestito nella baita “La Casetta” al Parco delle Cave in località Balma vicino al ponte sul fiume e la partenza avverrà dalla strada principale, l'unica e inconfondibile anche per chi arriverà da fuori provincia.    

LE CORSE COMPETITIVE AFFIANCATE ALLE “CAMMINATE”  

Entrambe le prove sono nel calendario regionale Fidal di Corsa su Strada e sono aperte in forma competitiva a tutti gli atleti tesserati Fidal e Enti di Promozione Sportiva e possessori di Runcard. Ma tutte e due le manifestazioni prevedono una prova ludico motoria aperta a tutti, autorizzata Fiasp che partiranno contemporaneamente alle due prove agonistiche. La Balma-Piedicavallo proprio per le sue peculiarità si presenta anche particolarmente adatta per una camminata domenicale nel verde di una delle più belle valli biellesi.    

LE ISCRIZIONI  

Gli organizzatori per questa edizione hanno deciso di abbassare i costi rispetto al 2018. Le iscrizioni in forma competitiva sono possibili on line direttamente sul sito www.biellasport.net con prezzo agevolato sino a giovedì 21 marzo: 15 euro per la Biella-Piedicavallo e 8 per la Balma-Piedicavallo. Saranno possibili anche il giorno della gara al costo rispettivamente di 20 e 10 euro. La partecipazione alla camminata ludico-motoria, invece, ha costo minore (10 euro e 6 euro) con pacco gara e, naturalmente non concorre all’assegnazione del montepremi, riservato agli agonisti. Per tutti i partecipanti che ne faranno richiesta all’atto dell’iscrizione è possibile prenotare il servizio navetta per il rientro da Piedicavallo a Biella (prima partenza ore 13.30) al costo di 5 euro.    

IL MONTEPREMI  

Per tutti gli iscritti è previsto un premio di partecipazione, oltre naturalmente alla possibilità di prendere parte al rinfresco finale che sarà “rinforzato” rispetto al passato. Anche in questa edizione il montepremi è decisamente interessante: 2200 euro per i migliori assoluti e ben 144 premi in natura per i migliori delle varie categorie. Nel dettaglio: 300 euro ai vincitori della Biella-Piedicavallo (uomo e donna) e 150 per i vincitori della Balma-Piedicavallo; premi in denaro sino al 5° della “lunga” a sino al terzo della “corta”; premi in natura per i primi 5 delle 18 categorie della “lunga” e per i primi 3 delle 18 categorie della “corta”. Tutto questo grazie all'impegno del comitato organizzatore nella continua ricerca di partner che quest'anno sono Cabbia, Eurometallica, Botalla, Lauretana, MA Service, Microtech, Menabrea, Tessitura Delpiano e Patti, affiancati dai silver sponsor Jeantet, Hobby Center, Gelateria Bertinetti, Farmacia Valeggia, BigMat Mondin, Il Gatto Azzurro, Albergo Ristorante la Rosa Bianca e dai supporter Happy Pizza2, Bar Albergo Ristorante Asmara, Bar Trattoria I Tre Comuni, Alimentari Tabacchi Rabacchin Chiara.          

I PRIMI BIG ISCRITTI E I RECORD  

I primi tre della classifica assoluta della passata edizione sono già iscritti: il biellese Alberto Mosca (Atl. Potenza Picena), trionfatore nel 2018, il canavesano Edward Young (Pod. Valchiusella), primo nel 2017, e il lombardo Michele Belluschi (Atl. Recanati), atleta di gran spessore nazionale. Un posto tra i primi potrebbe anche cercarlo il giovane biellese Alessandro Ferrarotti, portacolori della squadra di casa, il Gac Pettinengo. Mosca detiene il record del nuovo percorso (dal 2017 è variata di qualche centinaio di metri la parte iniziale) con il tempo di 1h07'15”. Tra le donne al momento tre nomi caldi: sono quelli della torinese Elisa Almondo (Dragonero), terza nel 2017, della polacca Katarzyna Kuzminska (Atl. Canavesana) e della biellese Debhora Li Sacchi (Olimpia Runners), queste ultime due rispettivamente terza e quarta nella passata edizione che vide il successo della torinese Giorgia Morano (Cus Torino) con il record del nuovo percorso fissato in 1h17'57”.    

Il record della Balma-Piedicavallo femminile, invece, è nelle mani di Miriam Di Vincenzo (Cafasse) vincitrice lo scorso anno in 33'43”, mentre tra gli uomini appartiene a Francesco Carrera, borgosesiano del Casone Noceto, primo nel 2018 in 25'02”. Tra i primi iscritti qualche nome eccellente: il torinese Stefano Guidotti Icardi (Cus) e i biellesi Massimiliano Barbero (Atl. Saluzzo) e Andrea Nicolo (Ugb Biella), quest'ultimo vincitore della prima edizione nel 2017.   Considerando tutte le 38 edizioni disputate (la gara nacque nel 1971 e si chiuse con la 31ª edizione nel 2001 organizzata dal Gs Pavignano, riprendendo nel 2012 sotto la regia di Gac Pettinengo e Biella Sport Promotion) il record di vittorie appartiene a Clara Sacchetti e a Beatrice Distolfo con 4 vittorie a testa, la prima negli anni ’70, la seconda negli anni ’90. Tra le atlete in attività Lara Giardino ha vinto tre volte (2001, 2016, 2017). Tra gli uomini tre vittorie per Matteo Avataneo e Bruno Bruera da metà anni ’80 a metà anni ’90. Alberto Mosca con i suoi due successi (2014 e 2018) può puntare a raggiungere i migliori: è l'unico tra gli atleti in attività ad aver vinto questa gara due volte.

comunicato f.f.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore